Cronaca Bianca

Dopo il porto di Pinetamare, a Castel Volturno centro vogliono realizzare il "porticciolo fluviale"

Venerdì sera, riunione al ristorante La Tortuga di Castel Volturno con le associazioni e la società civile   Caro Massimiliano ti informo che venerdì 04/10 alle ore 19


Venerdì sera, riunione al ristorante La Tortuga di Castel Volturno con le associazioni e la società civile   Caro Massimiliano ti informo che venerdì 04/10 alle ore 19:00 presso il ristorante "La Tortuga" stiamo organizzando un incontro con ”Assonautica Provinciale di Caserta” che ha per oggetto "Il porticciolo fluviale di Castel Volturno" mi farebbe piacere che veniste anche voi come cittadino di Castel Volturno. A presto Arturo Villano CASTEL VOLTURNO - Se da un lato,  ad un anno dal voto, si attende la partenza del cantiere porto di Pinetamare, quelli dell'Udc di Castel Volturno tornano a mettere sul tavolo delle associazioni e della società civile della cittadina rivierasca la questione del "porticciolo fluviale di Castel Volturno". Domenica pomeriggio, l'ex assessore Rocco Russo, ci aveva annunciato che c'era l'intenzione di mettere in cantiere un dibattito politico sull'opportunità di realizzare un progetto concreto, riguardante la dislocazione delle banchine mobili a supporto di  un piccolo scalo che rivitalizzerebbe l'economia del centro storico. Quindi, quelli dell'Udc hanno deciso di organizzare un incontro per venerdì 4 ottobre alle 19 presso il ristorante La Tortuga, ubicato nel rione Scatozza. Nei piani urbanistici della città di Castel Volturno è prevista un'area di scalo e di rimessaggio delle barche proprio alla foce del Volturno, ma sino ad oggi le due rive, sia quella sinistra, che quella destra sono caratterizzati solo da banchine a conduzione familiare, nonchè da Cala Cala e punti di approdo improvvisati. Max Ive