Cronaca Bianca

ESCLUSIVA Una clamorosa novità: dolcetto o scherzetto? Caprio ha vinto anche la gara da 4 milioni per la Tuoro Garzano

Stavolta, il "fuoriclasse" Maurizio Mazzoti ha sfrondato la platea delle altre imprese concorrenti con un colpo di tacco raffinatissimo: la mancata corresponsione degli oneri di s


Stavolta, il "fuoriclasse" Maurizio Mazzoti ha sfrondato la platea delle altre imprese concorrenti con un colpo di tacco raffinatissimo: la mancata corresponsione degli oneri di sicurezza aziendale, che però sono diventati legge lo scorso 21 agosto, 4 mesi dopo la presentazione dei progetti relativi a questa gara, marcata Piu Europa. E su quella prossima, da 10 milioni, pronostico chiuso e partita non quotata al punto Snai CASERTA -  Bisogna sapere e avere conoscenza di cosa sia il senso della rassegnazione per non indignarsi, far esplodere la bile, non tanto davanti agli esiti della sequela di gare d'appalto, realizzate ultimamente dal comune di Caserta, sul fronte dei cosiddetti global sevice e su quello dei progetti finanziati col P.i.u. Europa. Occorre rassegnarsi alla rassegnazione di fronte al fatto ancor più inquietante che nonostante le incredibili coincidenze verificatesi, nessuno delle autorità costituite senta almeno la percezione che qualcosa in quelle procedure possa non quadrare e che. dunque, possa essere utile dare un'occhiata alle carte. La notizia di oggi, giovedì, è uguale alla notizia di due o tre settimane fa, alla notizia di un mese, due mesi fa.  Caserta è stata consegnata a due imprenditori entrambi con natali a Casal di Principe. Da un lato c'è Natale con la sua Pubbliservizi a cui viene concesso di tutto e di più, a partire da un agio record sui parcheggi, che non ha eguali in tutta Italia, fino ad arrivare ad un'esenzione di fatto su Tarsu e Tosap. Il secondo di questi imprenditori di cognome fa Caprio. non è una sola persona, ma un gruppo di parenti di cui il più forte imprenditorialmente è sicuramente Ubaldo Caprio. Ieri si è svolta la seduta di aggiudicazione della Tuoro Garzano, base d'asta 3 milioni 700 mila e passa. Ha vinto chi ha vinto tutte le altre gare, a partire da global service del verde, proseguendo con il global service della manutenzione stradale con il progetto-macchietta (CLICCA QUI PER LEGGERE IL NOSTRO ARTICOLO SPECIFICO) Casola - Valle di Maddaloni e con la caserma Sacchi. Ha vinto formalmente un'A.t.i. formata dalla Casertana Costruzioni e dalla Italia Impresit, azienda ugualmente collegata alla famiglia Caprio che come risulta da una banale visura camerale ha ceduto un suo ramo d'azienda , nel luglio del 2011 proprio, manco a dirlo, alla Casetrtana Costruzioni. Quel gran... fuoriclasse delle gare d'appalto, rispondente al nome di Maurizio Mazzotti, "eroe dei due Comuni" dato che ha rinnovato, a Caserta, i fasti della sua esperienza luminosa al timone dell'ufficio tecnico del comune di Santa Maria Capua Vetere, sapete come ha tagliato fuori le altre imprese partecipanti alla gara, che hanno buttato via trenta, quaranta  mila euro per progetti e spese, per entrare in un circuito in cui vige un monopolio di aggiudicazione incredibile e senza precedenti? Si chiamano oneri di sicurezza aziendali interni. I progetti presentati da tutti gli altri che non si chiamavano Casertana Costruzioni non li avevano versati. Si da il caso, però, che questo obbligo è diventato legge solo il 21 agosto scorso e i progetti della Tuoro - Garzano, di cui a suo tempo pubblicammo qualche frontespizio significativamente inquietante, sono stati presentati ad aprile. Ora, può anche darsi che occorrva, dopo il 21 agosto, rendere esecutiva questa integrazione, ma nessuna delle altre imprese partecipanti dichiara di aver avuto conoscenza di questo obbligo, mentre, ammesso e non concesso che questo obbligo esistesse, e noi non ne siamo affatto convinti, Casertana costruzioni ne conosceva l'esistenza e ha presentato le carte in modo tale da dimostrarne l'esecuzione. Come potremmo dire, un altro colpo di tacco del fuoriclasse Mazzotti il quale, avvicinandosi alla pensione, ha ridotto ancor di più le prudenze e le inibizioni e ha già detto alle imprese partecipanti ad un'altra gara P.i.u. da 10 milioni di euro, quella relativa alla cosiddetta infrastrutturazione del nuovo policlinico, attraverso la costruzione di un sistema di connessione stradale per  la stazione di caserta est che applicherà la tagliola degli oneri di sicurezza anche per questa gara, dunque,"lasciate ogni speranza voi che"... non vi chiamate Casertana Costruzioni. Gianluigi Guarino