Cronaca Bianca

MADDALONI - Sos per il Convitto Nazionale e per il liceo pedagogico. Occorrono soldi e interventi. Summit con l'assessore provinciale Zaccariello e il consigliere Caturano

Stamattina, mercoledì, la visita della delegazione, completata dal capogruppo dell'Udc al comune di Maddaloni Massaro, nei due istituti. Ecco tutti gli interventi necessari. I


Stamattina, mercoledì, la visita della delegazione, completata dal capogruppo dell'Udc al comune di Maddaloni Massaro, nei due istituti. Ecco tutti gli interventi necessari. Inventario dei lavori al Convitto Nazionale, liceo Classico “Giordano Bruno” e il Liceo Pedagogico “Don Gnocchi” alla presenza dell’assessore all’edilizia scolastica della provincia di Caserta Francesco Zaccariello, il Geometra della provincia Michele Desiato, il consigliere Provinciale Antimo Caturano e il capogruppo Udc al comune di Maddaloni  Michele Massaro. Ad accogliere i rappresentanti politico-istituzionali  il neo rettore Michele Vigliotti con il quale si è affrontato la questione della convenzione tra la Provincia e il convitto Nazionale. Come è noto infatti sulle  scuole primarie e secondarie incide la competenza del comune, mentre sulle scuole superiori la competenza è dell'amministrazione provinciale. Tuttavia, alcune sentenze affermano che le scuole primarie e secondarie inserite all’interno di un Convitto che accoglie anche un istituto superiore, rientrano tutti nella stessa competenza. Chiarito questo punto si è passato ad esaminare i problemi strutturali del convitto.  Per cui nella convenzione con la Provincia  rientrerebbero la manutenzione ordinaria e straordinaria. Il rettore Vigliotti,  ha segnalato ai rappresentanti della Provincia alcune necessità immediate e irrinunciabili, dato che riguardano elementi di arredo fondamentali per un normale svolgimento delle lezioni. Una richiesta concreta, quella di nuovi  banchi, di lavori da realizzare urgentemente sui pavimenti di una delle sale. Non si può dire che il rettore Vigliotti non abbia parlato di cose concrete. Dopo la visita al convitto la delegazione, formata dall'assessore Zaccariello, dal consigliere provinciale Antimo Caturano e dal capogruppo in consiglio comunale Massaro, ha varcato la soglia del liceo pedagogico di Via Cupa, anche in questo caso ai visitatori è stata consegnata una nota di diverse doglianze:  un intervento alla scala antincendio, lavori al tetto della palestra e una revisione del sistema antifurto. Quest'ultimo intervento divenuto urgente alla luce dei furti e degli atti vandalici subiti dalla scuola negli ultimi mesi. Nel dettaglio occorrerà ripristinare i sensori che non hanno funzionato in occasione dei raids predatorii. Un ultimo lavoro è stato chiesto allo scopo di ridare decoro all'area a cui si accede dalla seconda uscita,  al momento piena di erbacce e rifiuti. Il Capogruppo Udc Michele Massaro ha provveduto subito a contattare l’assessore  Giuseppe  d'Alessandro, il quale ha assicurato che nell’arco di 10 giorni la strada sarà ripulita e accessibile. Antonietta Sasso