Cronaca Nera

Tentò un omicidio. Latitante dal 2014, catturato dalla squadra mobile di CASERTA

Si tratta di un rumeno di 23 anni condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione dal suo Paese


CASERTA - La Squadra Mobile della questura di Caserta ha arrestato Valentin Catalin Radu, 23 anni, latitante dal 2014, riconosciuto dalla Romania responsabile di tentato omicidio e condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione.

I fatti risalgono all'agosto del 2013, quando Radu ha aggredito un suo connazionale, colpendolo violentemente con una mazza in diverse parti del corpo, in particolare alla testa, fino a ridurlo in fin di vita. Sono stati necessari quasi quattro mesi di cure mediche affinchè la vittima guarisse completamente.

Dopo l'emissione della sentenza di condanna nel gennaio 2014, il 23enne si è reso immediatamente irreperibile. A novembre è stato emesso un Mandato d'Arresto Europeo per finalità estradizionali a suo carico. Pochi giorni fa, gli investigatori della Mobile hanno avuto notizia che il latitante viveva con una connazionale a Villa Literno, e si sono messi sulle sue tracce.

Dopo appostamenti e pedinamenti, sono riusciti ad individuare l'abitazione della coppia, in un vicolo della cittadina che rendeva quasi impossibile una irruzione. Così hanno pedinato la donna mentre rientrava a casa; quando ha aperto il cancello, sono entrati con lei, in modo da non lasciare spazio ad alcuna possibilità di reazione. L'uomo in casa, privo di documenti, è risultato essere effettivamente il ricercato, anche se ha tentato di fornire generalità false agli agenti, circostanza per la quale è stato anche denunciato.