Cronaca Bianca

GRAZZANISE Questione rifiuti. L'appello degli spazzini: "Se le mensilità ci arrivano in ritardo andiamo in seria difficoltà economica"

Ieri, sabato, i lavoratori del cantiere mazzonaro hanno svolto 2 ore di assemblea sindacale GRAZZANISE – Prima della pausa agostana nella casa comunale di Grazzanise la triade e


Ieri, sabato, i lavoratori del cantiere mazzonaro hanno svolto 2 ore di assemblea sindacale GRAZZANISE – Prima della pausa agostana nella casa comunale di Grazzanise la triade e i sindaci di 4 comuni (Sparanise, S.Maria la Fossa, Capua e Calvi Risorta) avevano discusso e programmato la possibilità di un pentaconsorzio per i rifiuti. Si tratta di un progetto impegnativo. Se si deciderà di concretizzarlo dovranno trascorrere mesi e, nel frattempo, gli ex lavoratori del Cub dei comuni interessati al mini ambito dovrebbero continuare a lavorare nelle ditte private dove sono confluiti grazie ai passaggi di cantiere. Nella fattispecie grazzanisana il passaggio di cantiere ha fatto si che gli ex  dipendenti del Cub proseguissero a lavorare, quindi la loro condizione, raffrontata a quelle dei tanti impiegati che non non sono potuti trasferirsi in altre società, è decisamente migliore. Ad ogni modo è anche giusto evidenziare i sacrifici accettati  da questi operai per consolidare il traghettamento in una nuova azienda. Gli spazzini grazzanisani, infatti, sono passati da un contratto di 6 ore ad uno di 4 ore. Senza questa riduzione lavorativa sarebbe stato probabilmente impossibile far confluire tutti gli operai nella ditta privata. La situazione, però, secondo questi operatori ecologici, non è eccessivamente rosea. Sabato scorso si  sono riuniti in assemblea sindacale a causa dei ritardi dei pagamenti (ad onor del vero l'assemblea era programmata anche per venerdì, ma, responsabilmente, per consentire la normale raccolta l'incontro non si svolse):  “Dovremmo percepire lo stipendio dalla ditta entro il quindici– ci ha comunicato un lavoratore iscritto alla Cisl – Siamo al 22 settembre e ancora niente. Abbiamo accettato un contratto a 4 ore per continuare a sostenere le nostre famigile. Sulle spettanze arretrate del Cub ci abbiamo messo quasi una pietra sopra. Se anche queste mensilità  ci arrivano in ritardo andiamo in seria difficoltà economica” Giuseppe Tallino