Politica

MONDRAGONE - LA TELENOVELAS DEL COMANDANTE MANZILLO. Piazza prende in giro Schiappa: "Non sapevo che il Papa si può dimettere e il nostro comandante no"

Per l'ex coordinatore cittadino del Pdl, nel comunicato stampa dell'amministrazione ci sono errori di trascrizioni che fanno capire che è il sindaco che si vuole dimettere MON


Per l'ex coordinatore cittadino del Pdl, nel comunicato stampa dell'amministrazione ci sono errori di trascrizioni che fanno capire che è il sindaco che si vuole dimettere MONDRAGONE - Questa storia del comandante Manzillo sta diventando una telenovelas. Speriamo che il comandante ci pensi su, riguardo le dimissioni da comandante dei vigili urbani di Mondragone. Oggi, sabato l'ex coordinatore cittadino Pdl, Giuseppe Piazza dopo essere stato colui che ha scoperto il cosiddetto sistema dei copia ed incolla dell'assessora Barbato ha ravvisato qualche incongruenza lessicale e grammaticale, nonchè normativa nella nota stampa sulle dimissioni di Manzillo prodotta dall'amministrazione comunale. Pubblichiamo in calce a questa premessa il testo integrale della nota del consigliere Piazza. M.I.   QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLA NOTA STAMPA DI PIAZZA Fino a ieri si ignorava che un Papa potesse dimettersi ma il comandante facente funzioni dei Vigili Urbani di Mondragone no.  Ciò, invece, è stato appreso leggendo un comunicato stampa dell'Amministrazione comunale, pubblicato dal sitoon line "CasertaCe.Net" nel quale si fa espresso divieto al graduato della sua volontà di rinunciare all’incarico. Ma il comunicato contiene una novità ancor più clamorosa e cioè che il sindaco Schiappa “sia in procinto di dimettersi” su richiesta dello stesso tenente Manzillo. Almeno così si capisce leggendo la parte finale della nota diramata dall'Ufficio stampa comunale e che testualmente si ripropone: "Proprio in virtù del rapporto di massima stima e fiducia, umana ed istituzionale, che intercorre fra il Sindaco ed il Comandante del Corpo di Polizia Municipale, sarà senza dubbio presa in considerazione da parte del primo cittadino la richiesta di fare un passo indietro".  A ciò nessun commento ma una scontata considerazione: si possono costituire tutti gli staff che si vogliono, ma se poi per un semplice comunicato stampa ci si affida a chi, probabilmente, mentre scrive ha la testa altrove, allora immaginiamo quanta applicazione metta la nuova maggioranza del ribaltone nell’amministrare un territorio difficile e complesso come il nostro.   Giuseppe Piazza