Sport

CASERTANA - Pannone lancia l'allarme sugli accrediti: "Con il Cosenza troppe richieste, è un cattivo costume da eliminare"

La Casertana, tramite le parole del direttore generale Nicola Pannone, prova a sensibilizzare la tifoseria rossoblù in merito alla questione degli accrediti. Nell'ultima gara, co


La Casertana, tramite le parole del direttore generale Nicola Pannone, prova a sensibilizzare la tifoseria rossoblù in merito alla questione degli accrediti. Nell'ultima gara, con il Cosenza, oltre 300 richieste. CASERTA - Per il ritorno tra i Professionisti della Casertana la città di Terra di Lavoro si è addobbata a festa e si è riunita tutta allo stadio Alberto Pinto per la prima gara interna della stagione, per di più con i fratelli cosentini, facendo registrare il tutto esaurito. Una caccia al biglietto che si è protratta fino al fischio d'inizio della sfida. Una corsa all'ultimo tagliando che però ha trovato sulla propria strada l'alto numero di accrediti concessi dalla società di Viale delle Medaglie d'Oro. Circa 300, un numero troppo alto. A confermare ciò è Nicola Pannone, direttore generale della Casertana, che afferma: "Siamo stati letteralmente subissati di richieste di accredito fino a poche ore prima del calcio di inizio. Purtroppo è un cattivo costume che speriamo si riesca ad eliminare. La società pone in essere enormi sforzi economici per portare a vanti un progetto ambizioso e gli ultimi innesti sono la dimostrazione lampante di ciò. Per questo confidiamo nel buon senso di tutti. Necessario un segnale importante, magari con la rinuncia -  da parte di chi ne avrebbe diritto – di quello che è un vero e proprio privilegio. Speriamo che già dalla prossima gara interna si registri un’inversione di tendenza, soprattutto nel rispetto dei nostri abbonati e di chi ogni domenica passa al botteghino per dare il proprio contributo". E' chiaro dunque l'allarme lanciato dalla società rossoblù. Tutti devono fare dei sacrifici, anche chi sfrutta, in maniera esagerata e sbagliata, i propri privilegi. Ora che la Casertana è tornata in Lega Pro e che è tornare a solcare i palcoscenici che merita, è arrivato il momento che tutte le mele marce cadano dall'albero. Se si vuole crescere non si può convivere sempre con gli stessi difetti. Raffaele Cozzolino