Cronaca Bianca

Ciak, si gira a Frignano la prima scena del film su Don Peppe Diana. Taglione: "Facciamo conoscere la figura del sacerdote"

Il film potrà essere visto il prossimo anno il 19 marzo su Rai 1 FRIGNANO - “Ci auguriamo che la fiction su don Giuseppe Diana,  che ha battuto il suo primo ciak stamattina


Il film potrà essere visto il prossimo anno il 19 marzo su Rai 1 FRIGNANO - “Ci auguriamo che la fiction su don Giuseppe Diana,  che ha battuto il suo primo ciak stamattina, lunedì nel comune di Frignano, abbia innanzitutto l’effetto di far conoscere alla stragrande maggioranza degli italiani la figura di un sacerdote che ha dato la vita per l’amore che portava per la sua gente -  lo ha detto Valerio Taglione, coordinatore del Comitato don Peppe Diana, commentando l’inizio delle riprese della fiction promossa dall’Aurora Film, che andrà in onda su Rai1  il 19 marzo del 2014. Ed ha aggiunto: “Mi auguro anche contribuisca ad allontanare l’immagine negativa di questa terra che per anni è stata individuata solo come terra di camorra”. Il progetto della Fiction su don Giuseppe Diana è stato presentato il 4 luglio scorso, giorno del compleanno di don Diana, nell’ambito del festival dell’Impegno Civile. A presentarlo, il responsabile dell’Aurora Film, Giannandrea Pecorelli e il regista Antonio Frazzi. “Abbiamo apprezzato innanzitutto la scelta della società produttrice del film di misurarsi con questo territorio – ha continuato Taglione - e di raccontare una delle vicende più tragiche degli ultimi vent’anni, dal punto divista delle vittime e non dei carnefici. Come abbiamo apprezzato la visita  fatta domenica 8 settembre alla famiglia don Diana da parte del regista, del produttore e dell’attore protagonista, Alessandro Preziosi, che interpreterà don Diana nella fiction. Siamo convinti che la scelta di girare buona parte del film nelle terre di don Diana avrà delle ricadute positive, sia economiche che sociali, a partire dall’incremento della presenza di tanti giovani che già da alcuni anni arrivano qui per partecipare ai campi di lavoro di Libera. Sono tutte opportunità che dobbiamo saper cogliere per voltare pagina. La strada è ancora lunga, ma l’inizio è già segnato”.