Cronaca Bianca

OSPEDALE CIVILE DI CASERTA, Simposio su endocervicoscopia ed isteroscopia

COMUNICATO STAMPA - Oggi la prima giornata di lavori CASERTA - Con grande successo di autorevoli esperti sono stati aperti i lavori dell’importante simposio organizzato dal dr.


COMUNICATO STAMPA - Oggi la prima giornata di lavori

CASERTA - Con grande successo di autorevoli esperti sono stati aperti i lavori dell’importante simposio organizzato dal dr. Sergio Izzo,Direttore UOC Ostetricia e Ginecologia dell’AORN “S.Anna e S. Sebastiano” di Caserta sull’” Aggiornamento in endocervicoscopia ed isteroscopia”.

Sono intervenuti il Dottor Iannicelli, presidente dell’ Ordine dei Medici di Caserta , l’assessore Provinciale  dr. Pietro Riello a nome del Presidente Domenico Zinzi, il Presidente del Consiglio Comunale , dr., Gianfausto Iarrobino, anche a nome del Sindaco Del Gaudio,  il Direttore Generale, dr. Francesco Bottino, il Direttore Sanitario dr. Diego Paternostro, il Direttore Amministrativo dr. Domenico Ovaiolo.

La prima giornata dei lavori ha visto interessati nella prima sessione dal titolo “Le malattie sessualmente trasmesse. La vaccinazione HPV ed il loro impatto nella medicina di genere donna” dai dott.:Massimo Prestia e Davide De Vita, che hanno moderato.Sono seguiti  una serie di interventi di eminenti esperti: dott. Paolo Visci “ Medicina di Genere Donna: Contraccezione e T.O.S., con uno sguardo al ruolo degli integratori vitaminici”;dott. Claudio Reyes Maldonado – Maria Antonietta Bova “Le MST nel terzo millennio, cosa sta cambiando in Italia, in Europa e nel Mondo e soprattutto perché”; dott. Ivan Evangelista Sagnelli “ HIV/AIDS, Epatie b e C nell’era della globalizzazione: nuovi ed antichi scenari in Europa e nel mondo Latino- americano”;

dott.ssa Matilde Sansone” HIV e Patologia del Basso tratto cervicale”; dott. Riccardo Gueglio  “L’infezione da HPV e la Vaccinazione tra presente e futuro:cosa è cambiato o cosa cambierà nello scenario epidemiologico nel Terzo Millennio”;; dott. Nicola Colacurci “ La salute della Donna e la sua fertilità: come preservare entrambi dalle sequele infettive e chirurgiche alla luce delle attuali EBM”.

Per le prove pratiche: dott. R. Gueglio – M.Peroni “Colposcopia”; dott. S. Izzo, A. Cafiero “ Endocerviscopia: La VideoColpolsteroscopia dell’Endocervice”; dott. A. Di Spezio Sardo, S. Pelella, P. Parisi  “Isteroscopia”; dott. G.Miniello “ Microscopia a fresco”.

Per la II Sessione dal titolo “ Ottimizzazione ed appropriatezza dei mezzi diagnostici nella patologia preneoplastica e neoplastica cervicale nel terzo millennio”, i lavori saranno moderati dal dott.: Gennaro Trezza.

Seguiranno interventi del dr. Riccardo Gueglio e dr. Fausto Boselli “ Le linee Guida del pap Test Anomalo: nell’era della globalizzazione cosa ci unisce o cosa ci divide e soprattutto perché”; dott.ssa Carmela Buonomo e dott. Pasquale Orabona “ Una buona morfologia in mani esperte può essere di grande aiuto nell’esame del canale cervicale e delle cavità uterina: dal Pap test al Raschiamento endocervicale quali i limiti e quali le potenzialità?”; dott. Francesco Buonaguro e dott.ssa Maria Lina Tornesello “HPV Test: dalla ricerca del DNA HR con e senza quantizzazione della carica virale al mRNA E6/E7. Le nuove frontiere della Biologia Molecolare, quali le reali applicazioni tra potenzialità e problematiche di una diffusione della metodica senza controllo”; dott. Ferdinando Quarto “ La ricerca della proteina p16 ed il kj67 in citologia ed in istologia, dalla biopsia all’esame del cono: quale il ruolo nella identificazione e nella progressione neoplastica delle lesioni squamose e ghiandolari”; dott.ssa Laura Angela Irali “ Dal counseling al managment delle MST: come ottimizzare la risposta attraverso una corretta comunicazione alla Donna ed alla Coppia”.

Per la III Sessione dal titolo “ Il Management della paziente tra scelte ragionate e risposte razionali” , i lavori saranno moderati dai dott.: Riccardo Gueglio e Mario Peroni, seguiranno interventi del dr. Maurizio Guida “L’Endoscopia: Duecento anni di storia. Un viaggio a ritroso nel tempo per capire cosa è cambiato e soprattutto cosa cambierà nel Terzo Millennio”; dr. Stefano Betocchi “L’Isteroscopia: dalla ricerca le nuove sfide per l’endoscopia uterina diagnostica ed operativa”; dr. Sergio Izzo “ Il Canale Cervicale: questo sconosciuto dagli studi di Erik Odeblad al testo Atlante di Ueki”; dr.Claudio Reyes Maldonado “ L’Endocerviscopia: cosa è cambiato dal mondiale in Mexicoad Oggi, attraverso il VII congresso Latino-Americano di Quito”.

Discussant: dr. Nicolino Rosato.

La discussione ha evidenziato il  problema sociale dell’incremento delle Malattie sessualmente trasmesse,  patologia che coinvolge la Donna come l’uomo, anche se con le relative diversità che ha evidenziato il tema della Medicina di Genere.

Le nuove tecnologie permettono di diagnosticare molto precocemente queste malattie, ma il Gold Standard dovrà essere la”Prevenzione” . “Prevenire è meglio che curare”, un algoritmo così semplice ma così difficile da attuare in un mondo diversificato come il nostro , in cui il cosiddetto “ sommerso” non è solo un assunto per il lavoro, ma è diventato un vero e proprio pericolo sociale. E’ questo mondo sommerso ad impedire  di poter disporre degli strumenti di cura e prevenzione , fondamentali per la lotta al Cancro cervicale ed ai suoi precursori e anche per la diffusione di malattie di grande spessore sociale come l’AIDS, l’Epatite B e l’Epatite C e le altre numerose malattie che possono essere causa di Sterilità ed Infertilità.

Un problema quello del “ mondo sommerso” che ha caratteristiche diverse nei due “Mondi”.In Italia ed in Europa ha origine nella migrazione clandestina dalle aree di sofferenza dell’Africa del Nord e dall’Europa orientale, mentre nel Mondo Latino-Americano ha origine nella difficoltà economica dei Governi, che mancando di  risorse economiche,  non possono attuare percorsi di Screening per la ricerca della patologia oncologica cervicovaginale e dei suoi precursori come della malattie sessualmente trasmesse.

Una diversità,questa, che in conclusione non divide ma unisce, non distingue ma coinvolge tutti dai Politici, ai Medici al personale specializzato come quello Ostetrico, con un unico obiettivo . Obiettivo che Giovanni Paolo II, nel febbraio 1987 , annunciava:

“ … nell’esercizio della vostra Professione “ , rivolgendosi al personale e ai  Medici, “..  voi avete sempre a che fare con la persona umana, che consegna nelle vostre mani il suo corpo, fidando nella vostra competenza oltre che nella vostra sollecitudine e premura. E’ la misteriosa e grande realtà della vita di un essere umano, con la sua sofferenza e la sua speranza, quella che voi trattate. “.

In tutto ciò, come hanno espresso gli esponenti politici e la direzione strategica dell’Azienda Ospedaliera di Caserta, un ruolo non minimale DEVE essere assunto proprio dagli stessi Politici e dalla dirigenza delle realtà ospedaliere;  a loro spetta. Infatti,  il  controllo e la distribuzione delle risorse  disponibili, affinché esse non vadano disperse in un mare magnum ma finalizzate a quanto espresso da papa Wotjla.