Politica

ESCLUSIVA S.MARIA C.V. - Clamoroso!! Ora la Kinetic srl rivuole indietro i soldi pagati ad Enzo Natale per l'acquisto dei locali bocciati dal Comune nella zona di via martiri di Nassirya

Emergono altri retroscena su una vicenda intrigatissima in cui il Sindaco Biagio di Muro ha perso l'occasione per rendere più chiara la posizione dell'amministrazione.   SANTA


Emergono altri retroscena su una vicenda intrigatissima in cui il Sindaco Biagio di Muro ha perso l'occasione per rendere più chiara la posizione dell'amministrazione.   SANTA MARIA CAPUA VETERE - Un bel pasticcio con conseguenze, al momento, non facilmente prevedibili. L'azienda Kinetic S.r.l. che ha perso il ricorso al Tar, davanti al quale si era presentata chiedendo l'annullamento dell'atto amministrativo con cui il Comune di Santa Maria Capua Vetere gli negava l'agibilità dei locali di via Martiri di Nassirya, comprati dalla società costruttrice, facente capo all'imprenditore di Casal di Principe trapiantato a Santa Maria Capua Vetere, Enzo Natale, non sembra volersi arrendere così facilmente. In effetti, quelli di Kinetic accettano anche che venga sancito una norma, sistematicamente elusa negli anni in questa città, che in zona f non si possono insediare attività professionali o, come nel caso di specie, centri di riabilitazione psico motoria, ma vuole i soldi indietro. Vuole che i quattrini pagati per l'acquisto di quei locali gli vengano restituiti da Enzo Natale il quale li aveva venduti a Kinetic con la garanzia che questi potessero essere utilizzati per l'attività imprenditoriale nella nota azienda sammaritana. Natale, da parte sua, non sembra avere, per il momento, alcuna intenzione di restituire questi soldi e pare ipotizzi delle manovre strane che avrebbero ispirato il no opposto dall'amministrazione comunale. Tesi, quella di Natale, che sarebbe debolissima qualora il sindaco di Muro avesse rivendicato pubblicamente la decisione dei suoi uffici di non dare questa autorizzazione, assumendosene la piena responsabilità politica. Di Muro, infatti, in passato quando era l'oppositore dell'amministrazione Giudicianni, amica soprattutto nel suo ultimo periodo di Enzo Natale aveva più volte preso posizione sulla interpretazione estensiva e secondo lui irregolare delle zone f. Questa presa di posizione sarebbe  dovuta essere accompagnata da un preciso piano, attraverso cui tutte le autorizzazioni date in passato dalle amministrazioni precedenti, sempre relative ad attivit° non dissimili rispetto a quelle di Kinetic,fossero messe in discussione nelle forme e nei limiti previsti dalla legge. Il Sindaco di Muro è ancora in tempo per dire che il diniego all'autorizzazione dato alla Kinetic, con un atto amministrativo avallato, poi, dal Tar, non è frutto di nessun giochino, ma solo di una seria, coerente e rigorosa interpretazione delle norme ubanistiche. Sindaco di Muro, se ci sei, batti un colpo! Gianluigi Guarino