Cronaca Bianca

CAMERA DI COMMERCIO Voto per voto tutti gli eletti nella nuova giunta. Ma ora De Simone metta mano a quella porcheria delle aziende speciali

Oggi pomeriggio, martedì, il consiglio ha votato. Tutto come previsto, l'unica modifica, rispetto alla precedente, l'elezione di Puoti della Confagricoltura CASERTA - Se il pr


Oggi pomeriggio, martedì, il consiglio ha votato. Tutto come previsto, l'unica modifica, rispetto alla precedente, l'elezione di Puoti della Confagricoltura CASERTA - Se il presidente della Camera di Commercio De Simone avesse adottato le categorie di comportamento che regolano le relazioni tra cause ed effetti, avrebbe accomodato fuori dalla porta della giunta camerale il presidente provinciale della Confesercenti Pollini che, nel periodo di maggiore difficoltà, supportato da De Simone all'indomani del pronunciamento del Tar che lo ha sospeso temporaneamente dalle sue funzioni, si è segnalato per una vigorosa, quasi forsennata azione per disarcionare definitivamente il presidente messo a bagnomaria. Molto si è mosso Pollini fuori e dentro le strade della Camera di commercio. Ma siccome la Camera di commercio si sviluppa in un contesto di relazioni e di modelli comportamentali differenti da quelli della politica, siccome De Simone è un incassatore con doti innate allora ha abbozzato e anche oggi pomeriggio, martedì, si è mosso nel rispetto dell'identità e del peso delle diverse rappresentanze. Dunque la Confesercenti ha avuto in giunta la stessa rappresentanza e, probabilmente, Pollini tornerà afare il vice presidente. De Simone, però, adesso, è atteso a prove importanti: se veramente vuol cambiare, rinnovare, innovare la Camera di commercio, deve immediatamente mettere mano a quei feudi incontrollati di potere che sono le agenzie speciali, autoreferenziali e ricettacolo di nani e ballerini, suggeriti, o suggerite, da queste o quel politico, da questo o da quell'altro pezzo grosso di qualche cosa. La Camera di commercio deve riacquistare il controllo pieno e quindi anche la responsabilità del controllo diretto funzionale e garantito per statuto delle sue agenzie ricostituendo la legalità funzionale tra l'ente gemmante e gli gemmati. Anche De Simone, dunque, è sotto osservazione. Se Asips e compagnia continueranno a vivere e a sprecare quattrini come hanno fatto negli ultimi anni, sarà direttamente il presidente della Camera di commercio a doverne rispondere. G.G. ECCO I VOTI RACCOLTI DAI NUOVI COMPONENTI DELLA GIUNTA. L'UNICA VARIAZIONE RISPETTO A QUELLA PRECEDENTE E' RAPPRESENTATA DALLO SCONTATO INGRESSO DEL RAPPRESENTANTE DELLA CONFAGRICOLTURA PUOI Di Rosa 13, Morelli 12, Della gatta 10, Ascione 10, D'Anna 9, Geremia 9, Pollini 9, Barletta 8,  Bernabei 7, Puoti, 5