DETTAGLIO ARTICOLO

Tra un mese parte il corso di criminologia. Il primo appuntamento con lo psichiatra Meluzzi e con il professore Borrini

Ai nastri di partenza l'iniziativa culturale organizzata dalla Formed di Caserta e dal dipartimento di giurisprudenza della Sun    CASERTA - Al Corso di Criminologia presso il F


Ai nastri di partenza l'iniziativa culturale organizzata dalla Formed di Caserta e dal dipartimento di giurisprudenza della Sun 

 

CASERTA - Al Corso di Criminologia presso il Formed di Caserta anche il prof. Matteo Borrini,  esperto internazionale  in antropologia ed archeologia forense,  conosciutissimo nel mondo dei criminologi per la sua grande esperienza  nel  recupero e nella identificazione dei resti umani con tecniche di survey nonché studioso della realizzazione del  profilo biologico dei resti umani.

Nel mese di ottobre 2013, con la presentazione del libro “ Follia” del noto  psichiatra prof. Alessandro Meluzzi,  partirà la IV Edizione del “ Corso di Perfezionamento in Scienze Criminologiche e Criminalistiche “  istituito dal Formed di Caserta ( Corso Trieste n. 291 ) e dalla Seconda Università degli Studi di Napoli - Dipartimento di Giurisprudenza – diretto dal  prof. Giuliano Balbi, ordinario di diritto penale alla S.U.N. .  Tra i docenti figurano nomi di prestigio  oltre al  prof. Alessandro Meluzzi, ed al prof. Giuliano Balbi, tra cui  la prof. Valeria Del Tufo, il prof. Matteo Borrini, il prof. Raffaele Landi, l’avv. Raffaele Gaetano Crisileo, l’avv. Gianluca Tretola, l’avv. Tiziana Barella,   la prof.ssa Giovanna Nigro, il prof. Flavio Argirò, il prof. Stefano Manacorda,  il  prof. Luciano Garofano, già generale dei carabinieri del RIS di Parma, docente di biologia forense, nonché numerosi   magistrati, tra cui il dott. Luigi Levita, Giudice del Tribunale di Nocera Inferiore,  ed il dott. Antonio D’Amato, S. Procuratore della Repubblica della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli   e tante altre figure di primo piano. Tra i relatori  vi è anche il  prof. Matteo Borrini,  titolare della cattedra di “antropologia fisica”  presso l’Università di Firenze,   di “ Moderne scienze e tecniche delle investigazioni private e della sicurezza”  presso l’Università degli Studi “La Sapienza “ di Roma e  di “antropologia ed archeologia forense”  presso la Pontificia Università “ San Bonaventura “ di Roma, di “biologia evoluzionistica ed ecologia “ presso l’Università “Tor Vergata”  di Roma ; socio fondatore dell’Accademia Italiana  di Scienze Forensi (ACISF), che collabora con l’Autorità Giudiziaria  per la identificazione di resti umani scheletrizzati o  decomposti con tecniche di survey;   conosciuto nel mondo dei criminologi come  studioso della realizzazione del profilo biologico dei resti umani. Il corso di alto perfezionamento in  “scienze criminalistiche e criminologiche”, partorito da una geniale idea della direttrice del Formed di Caserta, la prof. Vittoria Ponzetta, è alla sua quarta edizione, con un passato glorioso alle spalle. Il corso  prevede per i frequentatori   frequenza  bisettimanale  obbligatoria e comprende  141 ore frontali  di lezione ( in aula ) e 20 ore di visite guidate ( presso Penitenziari, Musei, Laboratori Scientifici e Ospedale Psichiatrico ) ha lo scopo di  conferire  competenze analitico – investigative  per la risoluzione di  crimini complessi e difficili  e per  lo studio accurato della scena del crimine e delle teccniche investigative sui luoghi, sulle persone e sui reperti con l’analisi delle tracce comportamentali. Verranno trattati argomenti di particolare interesse :  dai delitti contro la vita, in particolare il femminicidio, i reati a sfondo sessuale, lo stalking, i crimini  informatici ed internazionali, quelli economici, l’omicidio seriale, il criminal profiling, poi lo studio della vittima, quello dei resti umani (antropologia forense). Verranno trattati numerosi casi di omicidio avvenuti negli ultimi anni, come il caso Kercher, il caso Scazzi, il caso Parolisi. Alla fine, con la discussione di una tesi scritta,  si conseguirà  “ l’attestato  di perfezionamento in scienze criminologiche e criminalistiche”, spendibile nel mondo professionale e del lavoro.  Possono partecipare al corso di perfezionamento coloro che sono in possesso del diploma di laurea in discipline umanistiche o  scientifiche  e gli appartenenti alle Forze dell’Ordine (anche  in possesso del diploma di scuola media superiore) che, per la frequentazione dell’intero corso, potranno usufruire di  permessi  retribuiti. A corso superato essi hanno diritto alla relativa annotazione sul libretto  di servizio, valido ai fini di carriera. Le iscrizioni sono ancora aperte.