Politica

CASERTA - Piscitelli e Bologna al Sindaco del Gaudio: niente mercato con i singoli consiglieri, occorre tenere subito una riunione interpartitica

Situazione fluida. Secondo i due di Fratelli d'Italia, l'unica strada è quella legata ad un accordo politico.  CASERTA - Niente mercato delle vacche, niente testa a testa tra


Situazione fluida. Secondo i due di Fratelli d'Italia, l'unica strada è quella legata ad un accordo politico.  CASERTA - Niente mercato delle vacche, niente testa a testa tra sindaco e singoli consiglieri. Questo il senso della nota del gruppo consiliare di Fratelli d'Italia che invita il primo cittadino a promuovere una riunione tra i partiti che attualmente potrebbero riconoscersi in questa maggioranza. Insomma, per Piscitelli e Bologna l'unica strada possibile è quella di un'intesa politica. Nel comunicato si fa riferimento anche ai gruppi federati. Nei giorni scorsi, Piscitelli, in un'intervista rilasciata a casertace, ha affermato che o il Sindaco fa l'accordo con tutti i partiti del gruppo federale, che poi sono due Udc e Fratelli d'Italia, oppure non ci sono spazi di intesa. Nel comunicato in calce, questo concetto non è ribadito con precisione. Vedremo nei prossimi giorni se Fratelli d'Itali assumerà una posizione autonoma rispetto all'Udc. Al momento, non pare che sia così, ma siccome in questa città, negli ultimi 10 anni, ne abbiamo viste di tutti i colori, meglio essere cauti con le previsione. G.G. QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLA NOTA DEL GRUPPO CONSILIARE DI FRATELLI D'ITALIA   Il gruppo consiliare di fratelli d'Italia , unitamente agli altri consiglieri appartenenti alla federazione, motivano la mancata partecipazione alla riunione dei capigruppo tenutasi oggi con le seguenti argomentazioni: A nostro avviso la situazione creatasi sul comune di Caserta può avere solo una soluzione di tipo politico che passi attraverso i vertici cittadini e provinciali dei singoli partiti e non attraverso i singoli consiglieri.cosi come all'epoca il sindaco è stato designato dai vertici dei partiti ora deve ricorrere ad essi per la soluzione delle attuali problematiche.Ribadendo la disponibilità dei nostri vertici al dialogo auspichiamo a breve la convocazione di un interpartitico.