Cronaca Bianca

AGG 16,01 CASERTA Peggiorano le condizione del vescovo Farina. Ora respira grazie all'ossigeno

Anche il suo livello di coscienza va scemando. Più tardi altri aggiornamenti Agg 16,01 - Purtroppo le condizioni del vescovo Farina sono, seppure leggermente,peggiorate. Da stam


Anche il suo livello di coscienza va scemando. Più tardi altri aggiornamenti

Agg 16,01 - Purtroppo le condizioni del vescovo Farina sono, seppure leggermente,peggiorate. Da stamattina non è ingrado di respirare autonomamente e il suo stato di coscienza si va abbassando ora per ora. I medici dell'ospedale civile che lo stanno assistendo minuto per minuto ora gli hanno applicato un respiratore artificiale

CASERTA - Sono stazionarie le condizioni del vescovo Pietro Farina. Insufficienza respiratoria, conseguenze delle pesanti cure a cui si sta sottoponendo per combattere la grave malattia di cui è affetto da un anno. Ieri pomeriggio, sabato, Farina ha ricevuto la visita del suo predecessore, il vescovo emerito di Caserta, Raffaele Nogaro, anche lui, qualche tempo fa colpito da un grave male che è riuscito però a debellare.

Al capezzale del vescovo c'è il fratello che, al momento tiene i contatti con il vicario mons. Antonio Pasquariello il quale, a sua volta, tiene informati i fedeli sulle condizioni del presule. Sono diversi gli amici e, appunto, i semplici fedeli che ieri si sono recati in ospedale. Naturalmente l'accesso al reparto di medicina d'urgenza, in cui il vescovo è ricoverato, è off limits. Oltre a Nogaro è riuscito ad entrare anche qualche altro sacerdote che parla di un vescovo sereno, seppur sofferente.

Naturalmente vi terremo informati sull'evoluzione delle condizioni di salute del capo della diocesi casertana.

r.c.