Politica

Enzo D'Anna non farà lo Scilipoti al contrario tradendo Berlusconi. Il super ego non glielo consente

In calce alla nostra breve nota il comunicato stampa del senatore di S.Maria a Vico che ha smentito, insieme a Milo, Langella e Falanga, le voci che lo volevano in fase di tratt


In calce alla nostra breve nota il comunicato stampa del senatore di S.Maria a Vico che ha smentito, insieme a Milo, Langella e Falanga, le voci che lo volevano in fase di trattativa per passare dal lato di un governo Letta bis, dopo il 9 settembre quando nella commissione del Senato il Pd, stando a quello che dice e ridicie in questi giorni, voterà a favore della decadenza del Cavaliere CASERTA - Conoscendo bene Enzo D'Anna da diversi anni e avendo contezza dei suoi pregi e dei suoi difetti, c'è da credergli quando dice che lui non mollerà Berlusconi qualora cominciasse la solita campagna acquisti che una volta si fa di qua e la successiva si fa di là, per fare un Letta bis coi fuoriusciti del Pdl. Non è una questione di nobiltà politica, di coerenza. E', invece, l'ego, anzi, il super ego di Enzo D'Anna che non potrebbe sopportare di essere additato come un traditore. Questo è tutto. D'Anna, dunque, rimarrà dalla parte di Berlusconi. G.G. QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO NAPOLI-“La notizia riportata da alcuni organi di stampa in merito alla nostra fantomatica presenza in un drappello di senatori del  Pdl, pronti a sostenere un  Letta bis anche senza Berlusconi,  non risponde assolutamente al vero. Restiamo, infatti, convintamente nelle file del Pdl, sostenendo le decisioni del partito e quelle di Silvio Berlusconi”. Lo dichiarano i senatori del Pdl Vincenzo D’Anna, Antonio Milo, Pietro Langella e Ciro Falanga.