Cronaca Nera

MONDRAGONE- Tutte le foto - "MADE IN SUD" fa il "tutto esaurito" al Club Insieme. La recensione dello spettacolo in esclusiva

Il successo di Made in sud al Club Insieme. Tutto esaurito per uno spettacolo di comicità pubblicizzato alla perfezione   di Walter De Rosa   MONDRAGONE- Da Sparani


Il successo di Made in sud al Club Insieme. Tutto esaurito per uno spettacolo di comicità pubblicizzato alla perfezione   di Walter De Rosa   MONDRAGONE- Da Sparanise, Pozzuoli, Terracina, Francolise, Falciano, Castel Volturno, Napoli, Mondragone. E non solo. In un sondaggio fatto all'entrata del pubblico, la prima cosa che è saltata agli occhi è stata una: l'evento MADE IN SUD al Club Insieme è stato sponsorizzato in maniera eccellente ovunque. In effetti, grande pubblicità per un grande evento. Ci voleva. Era d'obbligo. E il titolare del Club insieme Mario Grimaldi lo ha fatto alla perfezione. Attraverso media, locandine, televisioni, passaparola, la "kermesse" è arrivata sulla bocca di tutti. Non è stata certo una sorpresa il "sold out" di martedì 20 agosto. "Tutto esaurito" per uno spettacolo che aveva dell'incredibile. I migliori comici del momento dalla trasmissione più in voga del momento, che ha sbancato botteghini e audience televisivi. La potenza e il segreto del successo racchiusa nell'abilità due eccezionali autori: Nando Mormone e Angelo Venezia,  segreto della fama targata Made in Sud. Il resto lo fanno gli attori. Risata sempre dietro l'angolo, battute sferzanti  a volte giocate su un "doppio senso"  arguto sì, ma mai volgare. Come quando Fischetti, meglio noto come "terronometro" in tv, ha esordito sul palco nel suo monologo con  "io chiedevo a mia mamma se è vero che mi ha portato la cicogna. E lei rispondeva <<non ricordo, però sicuramente ti ha portato un uccello grande>>. O ancora, quando parte la raffica di "sfottò" a Fatima Trotta (la conduttrice) sulla piccolezza del seno. Una comicità nuova, pulita, spesso educativa, critica nei confronti della politica, a volte comprensiva, a volte aggressiva. In più occasioni, l'esilarante "equipe" si schiera con le fasce sociali " più deboli", incarnandone modelli, entrando nei corpi dei modelli stessi, "tonytammarianamente" seguendo il metodo "Stanislawskij". È quello che fa Vivo D'Angelo che emula i tratti del "cafone" per suscitare ilarità , oppure Mariano Bruno ( con il suo tormentone "A cett cett" e con l'altrettanto celeberrimo "slogan" <<adda murì mammà>>),  o Nello Iorio (con il suo "nonno moderno" ancora aggrappato ai "luoghi comuni" del passato), o Mino Abbacuccio con il suo "saluta Tittì" interpretando un adulto dal retroscena familiare difficile, attaccato soltanto al suo pupazzo. La genialità degli attori sta nel divertire vestendo i panni di  personaggi di per sè racchiusi in universi tragici, personaggi che presi da soli, senza l'arrangiamento dell'attore comico, farebbero intristire. La magia di "Made in sud" , invece, riesce a trasformali in applausi e consensi. L'umorismo pirandelliano che nasce dalla "vecchia truccata come una giovane donna "  si ripercorre con agilità, scaricandone la potenza della "verve" nel mondo attuale. Un modo di far ridere che non è quel "cabaret" superato di anni addietro ma schiacciante novità. Una novità che attacca alla sedia e non ti riesce a farti scollare. Nei camerini, la squadra Made In sud si è dimostrata compatta, affiatata. Cameratismo, unionie, simpatia, rispetto reciproco. Un gruppo che resiste perchè fondamentalmente è unito da amicizia e stima personale. Prima di esibirsi, si sono rifocillati con l'alta qualità dei dolci offerti dal bar pasticceria Zanzibar di Andrea Cennami. Poi hanno concesso interviste esclusive alle telecamere di WE CAN DANCE del grande giornalista Dino Piacenti. Alla fine, il manager ha invitatato sia me per CASERTACE sia We can dance ad uscire dagli spogliatoi per dare modo agli artisti di salire sul palcoscenico. Nella sera della manifestazione, il CLUB INSIEME si è schierato a favore della lotta contro il Neuroblastoma (una delle principali cause di morte infantile) ospitando gli "stand" dell'AILN (associazione nazionale per la lotta al neuroblaustoma) rappresentata in Campania da Pasquale Mele della MELEMOTORSPORT che ha portato in esclusiva la "CAR MC QUEEN" . Mario Grimaldi, insieme alla moglie e ai suoi due figli, ha dimostrato grandissima sensibilità verso la beneficenza, dando davvero onore al nostro territorio. "Sponsorizzare la ricerca in ogni occasione" è stato questo il loro motto che li ha spinti ad accogliere l'AILN. Tra la folla di spettatori, anche due consiglieri comunali mondragonesi : Michele Conte e Alessandro Pagliaro.    Pagliaro ha commentato: "Made in sud al CLUB INSIEME è una manifestazione che porta lustro al nostro territorio. I miei complimenti vanno agli organizzatori che fortemente si sono impegnati per la riuscita della serata andata alla perfezione"   Una "performance" che ha unito politica, ricerca, divertimento, felicità, risata. Un successo strabiliante che il Club Insieme ha voluto regalare alla nostra amata città di Mondragone.   da sinistra, uno dei figli del titolare Mario Grimaldi e Gino Fastidio di MADE IN SUD intervistato da Dino Piacenti; la "CAR MC QUENN" portato da MELE MOTORSPORT