Politica

AVERSA Scrivi Sagliocco, leggi Ciaramella: si continua col caos a dare i contributi agli oratori parrocchiali

Eppure, in linea con quanto il sindaco aveva detto in campagna elettorale, la commissione affari sociali aveva varato regolamento, fino ad ora rimasto inapplicato AVERSA - Va b


Eppure, in linea con quanto il sindaco aveva detto in campagna elettorale, la commissione affari sociali aveva varato regolamento, fino ad ora rimasto inapplicato AVERSA - Va bene un Galluccio, ma due galletti, pardon, due Galluccio tutti insieme, non ci si fa. Sicuramente non li regge lo stomaco del sindaco Sagliocco che per digerirli avrebbe bisogno di un tir di Alcaselzer. E forse proprio per questo motivo, il glorioso regolamento sui contributi agli oratori delle 13 parrocchie di Aversa, messo appunto ed approvato dalla commissione affari sociali, presieduta dal dissidente Pasquale Galluccio è composta anche dall'altro dissidente Michele Galluccio, è rimasto lettera morta. Insomma, anche in questo caso, il sindaco, che in campagna elettorale aveva detto e scritto che la materia andava regolata e pianifica, sta facendo esattamente quello che faceva il suo vituperato (da Sagliocco) predecessore. Chi arriva prima prende i soldi. Molte parrocchie si lamentano perché non vengono avvertite della possibilità di ricevere dei contributi del comune e rimangono al palo. Il regolamento di Galluccio al quadrato prevedeva che entro il 31 marzo di ogni anno, ognuna delle parrocchie avrebbe potuto presentare un progetto ed una richiesta di finanziamento, quest'ultimo liberato ed erogato dopo un placet di una commissione, presumibilmente composta da consigliere comunali e da funzionari del comune. Scrivi Sagliocco, leggi Ciaramella. G.G.