Cronaca Bianca

LA NOTA - Riforma della giustizia: avvocati penalisti in sciopero dal 16 al 20 settembre

Sul caso delle carceri e sui referendum interviene l'avvocato Raffaele Gaetano Crisileo SANTA MARIA CAPUA VETERE - La Giunta dell’Unione Camere Penali Italiane, con una recente


Sul caso delle carceri e sui referendum interviene l'avvocato Raffaele Gaetano Crisileo

SANTA MARIA CAPUA VETERE - La Giunta dell’Unione Camere Penali Italiane, con una recente delibera ( 6 agosto 2013) ha  proclamato  l’astensione dalle udienze per i giorni 16-20 settembre 2013 al fine di dare una “scossa” affinché  si realizzi, finalmente,  una riforma significativa in tema di giustizia che, come l’Unione sottolinea da tempo, deve essere una riforma di struttura.

Per il 16 settembre 2013  è stata anche indetta la giornata nazionale di raccolta firme per la campagna referendaria di cui l’Unione è tra i promotori.

"E’ un’astensione giusta e sana, che condividiamo appieno – ha sottolineato l’avv. Raffaele Gaetano Crisileo  – perché, come si legge nella parte motiva della delibera dell’U.C.P.I.,  sebbene il ripristino di un grado minimo di civiltà delle carceri rappresenti uno dei punti fondanti del programma di Governo, non sono state licenziate, fin qui,  misure davvero efficaci per fronteggiare l’emergenza carceraria…”.

"Non dimentichiamo – ha concluso l’avv. Crisileo – che  la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo  ha stigmatizzato,  più volte e con fermezza, la situazione carceraria esistente nel nostro Paese, causa i trattamenti degradanti dei carcerati causati dal sovraffollamento.

Situazione di degrado, questa, che è disumana e che deve essere eliminata con priorità assoluta ! ".