Politica

ESCLUSIVA CASERTA Hai capito Parisella e Casale, non vanno in giunta da una vita e continuano a beccare più di 2 mila euro al mese

Tra le pieghe di uno sfogo del sindaco Del Gaudio che innervosito dalla posizione aventiniana dei consiglieri Udc, alleati a quelli di Fratelli d'Italia e all'indipendente Russo,


Tra le pieghe di uno sfogo del sindaco Del Gaudio che innervosito dalla posizione aventiniana dei consiglieri Udc, alleati a quelli di Fratelli d'Italia e all'indipendente Russo, salta fuori anche questa storia non certo edificante CASERTA - Il sindaco Del Gaudio si mostra sempre più perplesso rispetto alla posizione attendista e comunque non certo favorevole nei suoi confronti dei componenti del gruppo consiliare dell'Udc, a cui si sono aggiunti anche i due di Fratelli d'Italia, Piscitelli e Bologna e l'indipendente Saverio Russo. Si mostra insofferente perché ritiene, e non sbaglia a ritenerlo che questa situazione porti a un logoramento graduale ma implacabile della maggioranza. Per questo chiede l'intervento del suo partito, di cui, fondamentalmente Del Gaudio si serve solo quando è in difficoltà e non sa quali pesci pigliare. La notizia che appartiene alla normale ordinaria e tutt'altro che interessante dialettica giammai politica, giammai partitica, ma sicuramente  partitocratica, ci offre però la possibilità di conoscere un retroscena che ci sorprende: i due assessori dell'Udc Parisella e Casale, nonostante non partecipano ai lavori delle giunte da una vita, continuano a percepire l'indennità mensile che, se non erriamo si aggira sui 2500 euro, in pratica soldi facili percepiti senza muovere un dito. Approfondiremo. Gianluigi Guarino