Politica

MARCIANISE - De Angelis ha bisogno di 6 mesi per azzerare la giunta. Si profila uno scontro tra falchi e colombe della maggioranza

Al di là delle dichiarazioni ufficiali e dei documenti, esistono sensibilità diverse all'interno dei gruppi consiliari.  MARCIANISE - Il gruppo dei consiglieri comunali di


Al di là delle dichiarazioni ufficiali e dei documenti, esistono sensibilità diverse all'interno dei gruppi consiliari.  MARCIANISE - Il gruppo dei consiglieri comunali di maggioranza che ha espresso l'ultimatum al sindaco De Angelis appare compatto. Appare, perchè in realtà all'interno sia del Pdl, che di Marcianise Più ci sono delle sensibilità un po' differenti rispetto ai tempi in cui si dovrebbe consumare l'azzeramento della giunta. Ad esempio, all'interno del Pdl, le posizioni più oltranziste di Antimo Ferraro e di Salzillo cozzano con quelle un po' più morbide, non da ultimatum, ma al limite da "penultimatum" del resto del gruppo. Stesso discorso riguarda Marcianise Più, rispetto al quale Polverino potrebbe svolgere una funzione di moderatore sui tempi dell'azzeramento. Da quello che si sa, e che filtra dalle stanze più vicine a quelle del sindaco, De Angelis sarebbe arrivato alla convinzione che solo un azzeramento effettivo della giunta può consentirgli di continuare la sua sindacatura. Ma ha fatto sapere agli ambasciatori di pace che un'operazione di questo tipo può essere realizzata non immediatamente, dato che si risolverebbe in una sorta di gogna nei confronti degli assessori esterni nominati, forse un po' frettolosamente, dal primo cittadino, ma nell'arco di 5, 6 mesi. Insomma, si tratta sui tempi e non è detto che l'accordo venga raggiunto, dato che il partito dei fortemente determinati alla soluzione immediata è significativamente forte e annovera anche Gerardo Trombetta e i consiglieri di Fratelli d'Italia. Staremo a vedere. G.G.