Politica

AVERSA - Ninotto Verde: "Paolo Galluccio è un grande". CASERTACE: Poche chiacchiere, ammetta che voleva fare l'assessore e noi non ritorniamo più sull'argomento

Ieri, giovedì, il nostro articolo sull'incontro tra il sindaco e l'ex presidente del Consiglio. Oggi, una smentita non convincente sotto molti punti di vista. AVERSA - Ninotto


Ieri, giovedì, il nostro articolo sull'incontro tra il sindaco e l'ex presidente del Consiglio. Oggi, una smentita non convincente sotto molti punti di vista. AVERSA - Ninotto Verde auspica di non essere più tirato in ballo come mentore di Paolo Galluccio, il consigliere comunale di Noi Aversani che lui ha appoggiato alle elezioni comunali dell'anno scorso. Un auspicio a cui è difficile dar riscontro positivo, proprio alla luce di questa lettera in cui Ninotto Verde non smentisce l'incontro con Sagliocco, che l'ex presidente del Consiglio comunale definisce fortuito, ma afferma che nel corso di questo incontro non ha espresso un parere negativo nei confronti di Paolo Galluccio, il quale, anzi per lui, resta un campione dell'integrità politica. A noi di Casertace risulta una verità diversa, anche se rispettiamo la tesi espressa da Verde, che non a caso pubblichiamo integralmente in calce a questo commento. Non è possibile non tirare in ballo Ninotto Verde, perchè ancora una volta, afferma una cosa che non è vera e cioè, che lui non aveva alcuna ambizione di fare l'assessore nella giunta Sagliocco. Qualora diventasse necessario, noi siamo in grado di portare almeno una trentina di testimonianze di persone che hanno lavorato per Noi Aversani nella campagna elettorale che attesterebbero esattamente il contrario. Allora, facciamo così, dott. Verde: lei ammette che voleva fare l'assessore e noi non ritorniamo più sull'argomento, compiendo un sacrificio giornalistico in nome, però dell'affrancamento della politica dal suo teatrino, dell'affrancamento della politica dal divario ancora spaventoso, tra quelle che sono le dichiarazioni ufficiali e quella che è la vera realtà dei fatti. Spero di essermi spiegato bene, signor Verde. G.G. QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DI NICOLA VERDE "Sono legato a Paolo Galluccio da un'amicizia granitica che non sarà di certo scalfita dal tentativo di qualche yesman che, in modo anche un po' goffo, alza la cornetta del telefono per passare notizie prive di fondamento per il proprio tornaconto personale". E' quanto dichiara l'ex presidente del consiglio comunale Nicola Verde in merito ad un articolo pubblicato su una testata online circa un fantomatico incontro segreto in cui avrebbe scaricato il consigliere comunale Paolo Galluccio. "Paolo - aggiunge Verde - è un ragazzo serio, preparato e tenace. Non ha bisogno di essere guidato e accompagnato nelle sue scelte politiche. Evidentemente, chi ha fornito questa ricostruzione  dell'incontro è abituato ad essere eterodiretto. Paolo non ne ha bisogno ed è offensivo nei suoi confronti far pensare che ci sia io alle sue spalle". "Va inoltre precisato - conclude l'ex presidente del consiglio comunale - che l'incontro con il sindaco è stato del tutto fortuito in quanto mi sono recato al comune per una questione di lavoro. L'incontro è avvenuto al secondo piano della casa comunale è c'erano anche altre persone. Per quel che riguarda la carica di assessore devo, mio malgrado, ancora una volta ribadire che io con la politica ho chiuso, che non mi interessava fare l'assessore all'indomani delle elezioni e che, a maggior ragione, non mi interessa oggi. Spero vivamente di non essere più tirato in ballo in queste vicende nelle quali non entrerò più".