Cronaca Nera

CAMORRA A CASAL DI PRINCIPE - kalashnikov, mitragliatore, e le altre orribili armi: sequestrato arsenale del clan dei casalesi

Operazione della squadra mobile di Caserta. Le armi trovate in una casa nel centro di Casale. Una di quelle sequestrate era in dotazione all'esercito jugoslavo La Squadra Mobile


Operazione della squadra mobile di Caserta. Le armi trovate in una casa nel centro di Casale. Una di quelle sequestrate era in dotazione all'esercito jugoslavo La Squadra Mobile di Caserta, nel contesto delle attività finalizzate al contrasto della criminalità organizzata, ha sequestrato in Casal di Principe un vero e proprio arsenale costituito da: un fucile a canne sovrapposte cal. 20, con canne e calcio mozzati, oggetto di rapina nel 2006; un fucile mitragliatore AK47 tipo “kalashnikov”, in dotazione all’esercito della ex Jugoslavia; un fucile a pompa cal. 12, marca WINCHESTER, oggetto di furto nel 2008, e una mitraglietta, modello Uzi, cal.9 parabellum. Inoltre, sono stati rinvenuti anche tre caricatori e centinaia di cartucce calibro 9 parabellum; calibro 12 e calibro 7.62 X 39. Le armi, in perfetto stato, oleate e pronte all’uso, erano occultate all’interno di un’abitazione di Casal di Principe di proprietà di un pregiudicato, ritenuto affiliato al clan “dei casalesi”, la quale, nel 2009, era stata oggetto di sequestro preventivo da parte della Procura Antimafia di Napoli. Secondo le indagini, le armi erano destinate ad armare una delle fazioni che compongono la pericolosa organizzazione camorristica, che si contendono il controllo delle attività illecite sul territorio.