Cronaca Nera

ESCLUSIVA - L'inchiesta sulla brucellosi. In bufale di 20 anni trovate tracce del vaccino Rb51, americano, sintetico e sperimentato sui bisonti

L'operazione di oggi si collega ad una serie di controlli e di indagini eseguite in diversi allevamenti. Di recente è stato varato il protocollo che consente di vaccinare bufale


L'operazione di oggi si collega ad una serie di controlli e di indagini eseguite in diversi allevamenti. Di recente è stato varato il protocollo che consente di vaccinare bufale fino ad unno di vita. Ma le tracce sono state trovate in animali molto più datati   SANTA MARIA CAPUA VETERE - Sul caso dell'elusioni dei controlli ai capi di bestiame e alle bufale degli allevamenti casertani mediante l'utilizzo del vaccino anti brucellosi, è intervenuto anche il procuratore aggiunto della Procura di Santa aria Capua Vetere, Luigi Gay:  "Con questa operazione s'intende riportare gli allevamenti posti sotto accertamento ad un regime di integrità sanitaria, sicuro per gli operatori e per i consumatori. Si ritiene inoltre, dagli ulteriori approfondimenti posti in atto in altri allevamenti, che l'illegale pratica di somministrazione del vaccino in età adulta avvenga in modo frequente in numerosi altri allevamenti del casertano. L'azione della Procura di Santa Maria Capila Vetere - precisa Gay - e del Corpo forestale dello Stato, in considerazione dell'alto valore economico e territoriale degli alimenti prodotti con il latte bufalino, non va dimenticalo, è finalizzata esclusivamente ad assicurare un livello di qualità e di sicurezza della mozzarella di bufala e della mozzarella di bufala campana DOP, senza ombre, per gli allevatori, per i caseifici e per i cittadini consumatori e quindi stroncare questa pratica illegale che, determinati allevatori, mettono in atto per mantenere elevato il numero delle bufale gravide e mascherare così la brucellosi ancora presente negli allevamenti, mascherando così la brucellosi ancora presente negli allevamenti, al fine di garantirsi la produzione del prezioso latte". Sulla vicenda delle vaccinazioni delle bufale eseguite in età adulta, l'inchiesta dei Nas e della Forestale avrebbe scoperto tracce del vaccino vivo e sintetico per la brucellosi dell'RB51 che è stato testato e varato negli Stati Uniti, dove è stato usato anche sui bisonti, in un paio di allevamenti, a partire dall'allevamento Marrandino. Di questa vicenda  ci siamo occupati qualche tempo fa, quando furono individuate alcune  tracce del vaccino della brucellosi in esemplari di età superiore ai 20 anni.