Cronaca Bianca

CAPUA - Ambito sui rifiuti, Antropoli esulta per l'adesione alla gestione associata tra comuni

COMUNICATO STAMPA - Del comprensorio faranno parte anche i comuni di Calvi Risorta, Sparanise, Santa Maria La Fossa, Grazzanise. La fascia tricolore di Capua si complimenta con la


COMUNICATO STAMPA - Del comprensorio faranno parte anche i comuni di Calvi Risorta, Sparanise, Santa Maria La Fossa, Grazzanise. La fascia tricolore di Capua si complimenta con la triade commissariale di Grazzanise CAPUA - “La gestione associata tra più Comuni del servizio di gestione e raccolta dei rifiuti urbani costituisce oggi un’opportunità importante per il miglioramento del servizio e per il contenimento delle spese”. Il commento del sindaco della città di Capua, Carmine Antropoli, in merito alla adesione della municipalità capuana al neo-costituendo ambito gestionale, che coinvolge – tra l’altro - i Comuni di Grazzanise, Santa Maria La Fossa, Sparanise e Calvi Risorta, è positivo. La proposta relativa ad una gestione associata delle attività di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti differenziati, previa redazione comune di un piano industriale e finanziario con servizi accessori collegati, è partita, sul finire del mese di giugno, dalla Commissione Straordinaria del Comune di Grazzanise, costituita dai funzionari prefettizi Giovanni Migliorelli, Gerardo Quaranta, Nicola Auricchio. I Comuni aderenti riserveranno alle decisioni dei rispettivi Consigli l’approvazione  – o meno – dell’elaborato redatto dai tecnici nominati dalla Commissione Straordinaria, anche se gli esiti delle relative delibere appaiono già scontati, visti i vantaggi e la convenienza della gestione associata del servizio rifiuti tra più enti municipali. “Mi complimento in particolar modo – ha aggiunto il primo cittadino capuano - con il commissario straordinario, dottor Giovanni Migliorelli, per la brillante intuizione ed il forte senso di responsabilità istituzionale che ha, in particolar modo,  concretizzato l’interesse di un’adeguata  ed efficiente gestione della cosa pubblica unitamente alle impellenti necessità di diverse comunità territoriali”