Cronaca Bianca

Roghi e "rifiuti sotto al sole" a Pescopagano, mentre Schiappa pensa a zio Silvio e Contarino alle foto con I Love Pinetamare

Il nostro viaggio partito da via della Speranza nel comprensorio mondragonese ha attraversato tutta la località fino al Lago Piatto di Castel Volturno...: un deserto di monnezza


Il nostro viaggio partito da via della Speranza nel comprensorio mondragonese ha attraversato tutta la località fino al Lago Piatto di Castel Volturno...: un deserto di monnezza MONDRAGONE - CASTEL VOLTURNO - Week end da inferno a Pescopagano di Mondragone e di Castel Volturno. Da venerdì sera fino a domenica sera le strade di questa località sono state letteralmente invase dalla monnezza. E' un problema, un disagio che ormai segnaliamo da settimane e mentre sotto i 38 gradi delle correnti africane il tanfo diventa nauseabondo, sabato sera vi è stato anche chi ha avuto la brillante idea di incendiare sterpaglie e rifiuti, tanto da rendere l'aria irrespirabile. In questo inferno, siamo partiti da via della Speranza, una stradina a ridosso di via Don Salvatore Vitale (comprensorio di Mondragone) e siamo giunti al lago Piatto di Castel Volturno. Siamo partiti da qui, perchè anche la speranza si è affievolita ormai nei residenti, che quando devono pagare le tasse sono considerati cittadini di un'area ad interesse pubblico, quando, invece occorre garantire un servizio, sono abitanti di un quartiere privato. Nel contempo, e ci dispiace scriverlo, in quanto c'è chi sostiene che non andando in vacanza, siamo dei giornalisti isterici, abbiamo constatato che il commissario prefettizio di Castel Volturno, Antonio Contarino, dimenticandosi che c'è una questione Pescopagano da risolvere ha trovato il tempo per fare una fotografia con la maglietta di I Love Pinetamare, mentre il sindaco di Mondragone, Giovanni Schiappa, sicuro della presenza sul territorio del suo delegato Benedetto Zoccola, è "volato" alla volta di Roma per seguire gli amici del Pdl a supporto di Zio Silvio. Noi, che non andiamo in viaggio o in vacanza ecco cosa abbiamo visto, in quanto siamo scesi nell'inferno dimenticato dalle istituzioni. Massimiliano Ive