Politica

S.MARIA C.V Il sindaco Di Muro: "Sullo stadio Piccirillo siamo i primi ad aver affrontato il caso seriamente. L'Assunta? Stessi soldi di sempre"

COMUNICATO STAMPA - Il primo cittadino risponde alle polemiche innescate dalla minoranza sia sulla questione dello stadio sia sualla festa più sentita dai Sammaritani S.MARIA


COMUNICATO STAMPA - Il primo cittadino risponde alle polemiche innescate dalla minoranza sia sulla questione dello stadio sia sualla festa più sentita dai Sammaritani S.MARIA C.V -“Rivendico a questa amministrazione un impegno per la sistemazione dello stadio Piccirillo e per il futuro del Gladiator che mai nessuna maggioranza, negli ultimi anni, è stata in grado di assicurare”. Sono le parole del sindaco Biagio Di Muro, che spiega: “Lo storico campo da gioco sammaritano, al di là delle polemiche assurde di certa parte meno avveduta dell’opposizione, è inagibile da decenni e si è andati avanti con deroghe oggi non più tollerate dagli organi competenti. E’ per questo che, insieme all’ufficio tecnico comunale, stiamo predisponendo un progetto nuovo e urgente per far sì che il Gladiator possa giocare il prossimo campionato a Santa Maria Capua Vetere su un campo in regola con la normativa e, comunque, con l’obiettivo di dare alla squadra una sistemazione dignitosa nel medio periodo. Per il momento, è certo che dovranno essere abbattute completamente le gradinate”. Quanto ai festeggiamenti in onore della Vergine Assunta, patrona della città, il sindaco – rispondendo a dichiarazioni rilasciate alla stampa da alcuni esponenti dei partiti di minoranza – sottolinea che “anche quest’anno la giunta ha deliberato un contributo, in misura non dissimile dagli anni scorsi, per il comitato festeggiamenti che sta operando per l’organizzazione della festa con il pieno sostegno dell’amministrazione comunale. Le avventate esternazioni allarmistiche sono smentite dal programma stilato dal comitato”.