Cronaca Bianca

LA FOTO - MADDALONI città incivile. Disabili bloccati dai paletti non entrano in stazione

Prosegue la nostra mini inchiesta sul numero impressionante di barriere architettoniche che tolgono il diritto ad una vita nromale ai diversamente abili. Una città arretrata di 5


Prosegue la nostra mini inchiesta sul numero impressionante di barriere architettoniche che tolgono il diritto ad una vita nromale ai diversamente abili. Una città arretrata di 50 anni MADDALONI - Maddaloni ignora la legge che sancisce l’abolizione delle barriere architettoniche. Qualche giorno fa abbiamo segnalato la sensibilità di alcuni cittadini che , con le proprie auto,“non facilitano” il passaggio ai diversamente abili presso l’ambulatorio ASL Ce1 al Parco Giuliana. In giro per la città ci si può rendere conto delle diverse barriere architettoniche che non rendo la mobilità lineare. Nel corso degli anni sembra che nessuno abbia preso in considerazione se non il disagio dei diversamente abili quanto piuttosto la necessità di dare applicazione alla Legge 13/89, che stabilisce i termini e le modalità in cui deve essere garantita l'accessibilità ai vari ambienti, con particolare attenzione ai luoghi pubblici. Ricordiamo agli amministratori che il D.M. 236/89 art.6 sancisce che ogni nuova costruzione deve infatti rispettare tali norme, ed i vecchi edifici devono essere opportunamente adeguati alla normativa in caso di ristrutturazione. I cittadini avendo limitazioni nel movimento stanno cercando con  di portare la questione all'attenzione dell’amministrazione cittadina, del sindaco, dell’assessore al ramo e dell’ufficio tecnico per evitare che si ripresentino casi come quello che mostriamo in foto nei pressi della stazione. Antonietta Sasso