Politica

CANCELLO ED ARNONE Al comune arriva un nuovo impiegato dalla Provincia di Napoli. Ambrosca attacca, Emerito: "Ma se l'hai fatto pure tu"

L'entrata in servizio del dipendente provinciale è stata deliberata lo scorso 27 luglio CANCELLO ED ARNONE - Anche ad agosto Ambrosca continua la sua attività oppositoria. Qu


L'entrata in servizio del dipendente provinciale è stata deliberata lo scorso 27 luglio CANCELLO ED ARNONE - Anche ad agosto Ambrosca continua la sua attività oppositoria. Questa volta nel mirino dell’ex sindaco l’entrata in servizio in Comune, da stamattina, primo agosto, di un autista della Provincia di Napoli: “La squadra dei dipendenti comunali – scrive Ambrosca in una nota -  si allarga senza che nessuno sappia nulla né che ci siano documenti accessibili a tutti che giustifichino la presenza nell’organico dell’ente di un’altra persona. Siamo di fronte all’ennesimo fascicolo top secret per la città». “L’entrata in servizio di questo dipendente  - prosegue l’avvocato di Arnone - è stata annunciata da un semplice ordine di servizio che non chiarisce quali saranno le mansioni, quali i costi dell’operazione, quale la necessità di andare a infoltire l’organico con personale proveniente da un altro ente.” “Chiediamo al sindaco - conclude il leader della minoranza  - di risponderci con immediatezza, su costi, utilità e mansioni di questa nuova figura” Abbiamo posto gli interrogativi di Ambrosca direttamente ad Emerito. Il primo cittadino non si è sottratto dal fornici le dovute risposte. “Abbiamo fatto tutto in piena trasparenza - ci ha spiegato il sindaco – L’entrata in servizio del dipendente provinciale  è stata pubblicizzata con la delibera dello scorso 27 luglio. Presterà servizio in comune per 12 mesi. La sua funzione, inquadrata nella categoria lavorativa di tipo B, sarà quella di dare supporto agli uffici comunali.” “Sia chiaro - aggiunge Emerito - Il nuovo impiegato resta pur sempre un dipendente dell’ente Provincia al quale Cancello ed Arnone verserà solo un indennizzo di spese per le nuove mansioni. Del resto è una procedura che Ambrosca, durante le sue consiliature ha usato con qualche dipendente della regione"  Giuseppe Tallino