Cronaca Bianca

Renzi rottamatore, noi ricottamatori. Ecco il nuovo brand della città di Caserta

Il sindaco di Firenze ha lanciato un concorso di idee su una notissima community molto frequentata da architetti e designer per trovare il brand della sua città. Noi di Casertace


Il sindaco di Firenze ha lanciato un concorso di idee su una notissima community molto frequentata da architetti e designer per trovare il brand della sua città. Noi di Casertace ci abbiamo impiegato un minuto. ECCOLO QUA E PER I CULTORI DELLA MATERIA DEL RICOTTISMO ESTREMO, IN CALCE ALL'ARTICOLO L'INNO DI TUTTI I RICOTTARI MATERIALI E IMMATERIALI CASERTA - Quella messa in piedi da Matteo Renzi, in questo caso nella veste di sindaco di Firenze, è un'operazione affascinante, qualitativamente gravida di incoraggianti promesse, coinvolgente, finalizzata a una valorizzazione delle eccellenze sconosciute, di creativi che affollano più o meno anonimamente il web. Insomma, nel concorso di idee lanciato da Renzi attraverso una delle communty più frequentate da architetti e designer, ci sono tanti valori positivi collegati ad un'idea di cambiamento per promuovere senso e principio meritocratico della selezione dei talenti a cui il mercato chiuso delle raccomandazioni e delle caste ermeticamente assoggettate al lobbismo corporativo ha tarpato sempre le ali, infliggendo al nostro paese un danno enorme attraverso la erosione implacabile delle migliori potenzialità del capitale umano. Avete letto che bel ragionamento? Scordatevelo! A Caserta non c'è bisogno di concorsi di idee, di partorire nuovi talenti, di liberare energie innovative. Trovare il brand per la città di Caserta è semplicissimo. La Reggia, quella, non la puoi eliminare, nonostante gli sfregi indicibili subiti soprattutto in questi ultimissimi anni. Però esiste ormai un elemento che la sovrasta, che incombe su di essa e che è destinata implacabilmente a travolgerla, come la gelatina del Blob, del film "fluido mortale" degli anni 50 (CLICCA QUI PER VEDERNE LA SEQUENZA), poi ribadito in due remake, uno degli anni 70 e l'ultimo del 1988, quando gli autori televisivi sinistruorsi Chezzi e Giusti l'avevano fatta diventare la sigla del loro preserale su Rai 3, amato e seguito dagli anti berlusconiani possenti. Il nosto Blob, il nostro fluido mortale è la ricotta, simbolo vero della città di Caserta e della sua provincia. Un brand che riassume una mentalità: con la ricotta si fanno i soldi, non si pestano i piedi a nessuno e vellutatamente senza dare nell'occhio si eludono e si violano sistemicamente leggi importanti e regolette minime della convivenza civile. Nessun concorso di idee. Casertace all'unanimità a deciso che il nuovo brand di Caserta è questo qui che vedere nella foto. Gianluigi Guarino CLICCA QUI PER ASCOLTARE L'INNO DEI RICOTTARI