Cronaca Nera

"Salvate il calcio mondragonese", lo striscione degli Ultras colpisce ancora "al cuore" di chi ama questo sport

Lo striscione degli Ultras della Solita Cricca ha sconvolto di nuovo la città. Il calcio a Mondragone non deve morire.   Mondragone- Quando ero piccolo, ci giocavo anch'


Lo striscione degli Ultras della Solita Cricca ha sconvolto di nuovo la città. Il calcio a Mondragone non deve morire.   Mondragone- Quando ero piccolo, ci giocavo anch'io lì. Ora non mi resta che piangere, ricordando i bei tempi andati. Passando per via Padule, tra le case, tra i negozi, tra la gente, un unico spettacolo: stadio chiuso, in condizioni di degrado. Erba alta, mura imbrattate, rifiuti davanti alle entrate, parcheggio dall'asfalto dissestato. Un "sipario" calato sul cuore dei mondragonesi. Polemiche, richieste da parte delle associazioni, voglia di sport: il bilancio di questi giorni "di fuoco". Il governo cittadino non ha ancora dato risposte concrete alle associazioni che hanno chiesto l'affidamento del campo. E intanto i bambini aspettano settembre per dare un calcio a quel pallone che rinchiude la loro gioventù. Se qualcuno non  taglierà quell'erbaccia, non potranno più giocare. A combattere, ogni giorno, con forza, con valore, con amore, sempre gli stessi: gli Ultras della "Solita Cricca". Dopo gli striscioni critici nei confronti del governo cittadino, affissi ad una rete metallica sulla Domitiana nella nottata di qualche settimana fa, un altro "slogan" scuote ancora la città, questa volta attaccato alle pareti esterne del campo. "Salvate il calcio mondragonese". Un appello disperato affinchè questo sport non muoia mai. Non possono uccidere la storia. La storia si fa, non si distrugge. È come l'energia. Qualcuno ci stava riuscendo a disintegrarla, qualcuno che lavora ai "piani alti", qualcuno che non ha rispetto per chi allo stadio c'è cresciuto e vuole ora veder crescere i propri figli. La custodia del campo è stata affidata ai "Ranger", speriamo che riescano a rivalutarlo al meglio. I nostri "Ultras", intanto, resistono, scrivono, urlano, lottano. Il loro scopo è uno solo: recuperare il calcio a Mondragone.   Amministratori, ascoltateli, se volete che il calcio cittadino non resti soltanto un dolce ricordo!    Walter De Rosa