Cronaca Nera

ESCLUSIVA - L'OMICIDIO DI EMANUELE DI CATERINO - Rito immediato per l'assassino. Alla sua famiglia sequestrati beni per 1.800.000 euro

Il Gip ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere SAN CIPRIANO D'AVERSA - La procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere rappre


Il Gip ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere SAN CIPRIANO D'AVERSA - La procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere rappresentata dal pm D'Addia, ritiene di avere in mano prove inoppugnabili per far condannare per omicidio volontario Agostino V., il 17enne che lo scorso 7 aprile uccise con due fendenti il 15enne di San Cipriano d'Aversa, Emanuele Di Caterino ad Aversa Ed è per questo motivo che ha fatto seguire all'atto formale della chiusura delle indagini la richiesta di rito immediato, dunque, di un processo rapido a carico dell'autore del delitto. Oggi, giovedì, il Gip ha accolto la richiesta e dunque il processo sarà veloce e sarà celebrato appunto con il rito immediato. Intanto, ieri, è stato disposto il sequestro cautelare dei beni della famiglia di Agostino V. per un valore di 1.800.ooo euro, in previsione di un ipotetico risarcimento danni che potrebbe essere allegato a una specularmente ipotetica condanna del giovane di San Marcellina. Max Ive