Cronaca Bianca

Nasce la rete cardiochirurgica della provincia di Caserta, siglato il protocollo tra Asl, l'ospedale Civile e le cliniche di Castel Volturno e Maddaloni

Dopo la diagnosi di base, il servizio prevede l'attivazione della centrale operativa del 118 che trasporterà il paziente in una delle tre strutture sanitarie eccellenti CA


Dopo la diagnosi di base, il servizio prevede l'attivazione della centrale operativa del 118 che trasporterà il paziente in una delle tre strutture sanitarie eccellenti CASERTA - Importante sinergia operativa tra gli istituti sanitari della Provincia di Caserta.

L’Azienda Ospedaliera  “S. Anna e S. Sebastiano”  di Caserta diretta dal Direttore Generale Francesco Bottino, di concerto con l’Azienda Sanitaria Locale  di Caserta diretta dal Direttore Generale, Paolo Menduni,  la Casa di Cura “Pineta Grande” di Castel Volturno,  la Clinica “San Michele” di Maddaloni, per la prima volta, hanno sottoscritto un protocollo istitutivo mettendo insieme le interazioni giuste per l’attivazione della Rete Cardiochirurgica in emergenza in Provincia di Caserta.

Questo modello sanitario di interazione assistenziale è volto a garantire al cittadino, specie nel periodo estivo  in cui è maggiormente esposto all’insorgenza di patologie cardiocircolatorie, un importante ausilio laddove si verificasse una emergenza di cardiochirurgia.

Sostanzialmente, dopo diagnosi di base, si attiva immediatamente la Centrale Operativa 118 che trasporterà il paziente in una delle tre eccellenti strutture  sanitarie già in stato di allerta, pronte a dare immediata risposta alla patologia cardiologica e, pertanto, pronte a procedere ad eventuale intervento cardiochirurgico.

Fautori dell’efficienza, efficacia  ed economicità dell’iniziativa  d’interazione tra istituti sanitari della Provincia di Caserta, la cui integrazione appare particolarmente utile in questo momento di scarse risorse umane ed economiche, sono stati i sensibili direttori sanitari, il dr. Diego Paternosto, il dr. Gaetano Danzi, il dr. Vittorio Chignoli ed il dr. Lucio Delli Veneri, rispettivamente responsabili sanitari dell’Azienda Ospedaliera “S. Anna e S. Sebastiano” di Caserta, dell’Azienda Sanitaria Locale di Caserta, della Casa di Cura “Pineta Grande” di    Castel Volturno  e della Clinica “S. Michele” di Maddaloni.

I direttori Paternosto, Danzi, Chignoli e Delli Veneri hanno in piena condivisione sottoscritto il protocollo istitutivo dell’attivazione della Rete Cardiochirurgica in emergenza.

Un notevole e proficuo contributo alla istituzione di questo neo modello di assistenza in emergenza è stato apportato  dai professori di cardiochirurgia Luigi Piazza, Paolo Pepino, Tommaso Lo Nobile, rispettivamente direttori delle Unità Operative  Complesse di Cardiochirurgia dell’Azienda Ospedaliera “S. Anna e S. Sebastiano” di Caserta, della Casa di Cura “Pineta Grande” di Castel Volturno e della Clinica  “San Michele” di Maddaloni, nonché dal Direttore della Centrale Operativa 118, dr. Roberto Mannella.

Questo modello di assistenza sanitaria testimonia una forte interazione delle strutture sanitarie della Provincia di Caserta, che assicurano al cittadino risposte immediate e risolutive in situazioni di emergenza in cardiochirurgia.

Antonio Caputo