DETTAGLIO ARTICOLO

FOOF, a MONDRAGONE il primo museo del cane d'Europa

Lo straordinario aspetto del Foof è la quotidianità. Niente prenotazioni. Niente iscrizioni di bambini ai laboratori. Bisogna solo partire con i cani e con i bambini e dirigersi


Lo straordinario aspetto del Foof è la quotidianità. Niente prenotazioni. Niente iscrizioni di bambini ai laboratori. Bisogna solo partire con i cani e con i bambini e dirigersi a Mondragone con la certezza di trascorrere una giornata all’insegna della comprensione reciproca e del rispetto per gli animali

( FOTO DI RAFFAELE MARINIELLO )

Foof è anche un museo nato a Mondragone, in provincia di Caserta, da un’idea di due soci dell'associazione “Vivimondo” che opera da anni per la tutela dei diritti degli animali, Michele Falco e Vito Luigi Pellegrino. Il progetto è patrocinato dal Consiglio Regionale della Campania, dalla Provincia di Caserta e del Comune di Mondragone, dell’ENCI,l’ Assocanili, il Gruppo Cinofilo Partenopeo ed ha il sostegno di Rifugio Agro Aversano.

Il Foof è uno spazio organizzato per i cani, per le famiglie e per le scuole. Più di quattrocento metri quadrati espositivi in cui lasciarsi guidare alla scoperta della storia del cane sul pianeta. Collari di ogni epoca e di ogni luogo, un fossile di cane di 35 milioni di anni, opere artistiche come un bronzo originale di Botero ed opere di Jeff Koons, il famoso “cane elettronico” il dog robot Aibo della Sony. Un vero e proprio viaggio nella vita degli amici a quattro zampe. Il rapporto cane-uomo è al centro del Foof che, attraverso immagini e video, offre un percorso per imparare a riconoscere cani di 40 razze diverse e dedica una parte al legame uomo/cane nella storia, anche in chiave cinematografica.

 L’ allestimento è stato curato dall’architetto Giuseppe Albanese.  La struttura del Foof è in linea con i moderni canoni della bioedilizia.

Del tutto autonomo dal punto di vista energetico, il Museo offre anche un ambulatorio con la possibilità di assistere al parto e all'allattamento dei cuccioli.

E’ sede di incontri e manifestazioni e grazie al Foof è possibile essere informati su importanti ed interessanti seminari che ci aiutano a relazionarci ai cani nella maniera più giusta e rispettosa.

Sin dal principio il Foof dimostra attenzione all’arte e al territorio. Contestualmente all’apertura, infatti, è stato indetto un concorso per fotografi, che ha raccolto numerosissime adesioni e la cui giuria era presieduta dal fotografo professionista, anch’egli casertano, Raffaele Mariniello. I partecipanti hanno ritratto i cani evidenziandone le abilita'. Le foto inviate sono state ben 2500, ne sono state selezionate 95 e 12 state scelte per il calendario 2014 del Foof.

Per trascorrere del tempo all’aperto, il Foof dispone di  una grande area esterna dedicata ai percorsi per i cani. Oltre al museo infatti c’è un grande parco con area pic-nic ed area ristoro. Finalmente un luogo dove è possibile trascorrere delle ore all’aperto con il nostro cane, in uno spazio in cui sia lui il protagonista. Area gioco e percorso creativo per i nostri cani. Un vero e proprio sogno per chi condivide la propria vita con uno o più cani.

Un elemento di novita'del Museo Foof è il laboratorio didattico. E’ stato già un grande successo ed ha attirato l'interesse di molte scuole della Campania e del basso Lazio. Il museo si propone infatti come partner nell’educazione e nella formazione degli studenti finalizzata al rispetto degli animali. Particolarmente interessante è il laboratorio  per i bambini  “comuniCANdo” che nasce dall'idea di aiutare i più piccoli a relazionarsi col cane, ovvero a comprendere come accarezzarlo e come avvicinarlo, come interagire con lui.

Alle attività didattiche si aggiungono le attività culturali e teatrali, cinema all’aperto e laboratori quotidiani per bambini. La direzione artistica è affidata al Teatro Totò di Napoli.

E' previsto anche  uno spazio per interagire con cagnolini desiderosi di essere adottati. Una novità che può servire anche a conoscere questi splendidi animali e ad orientarsi meglio nella scelta del cane da accogliere nella propria famiglia. L’organizzazione dispone di un canile e di un allevamento di magnifici Golden retriever e adorabili Labrador per la pet teraphy.

Lo straordinario aspetto del Foof è la quotidianità. Niente prenotazioni. Niente iscrizioni di bambini ai laboratori. Bisogna solo partire con i cani e con i bambini e dirigersi a Mondragone con la certezza di trascorrere una giornata all’insegna della comprensione reciproca, del rispetto per gli animali e delle migliori esperienze per i bambini, come il teatro e il gioco all’aperto.

Prezzo del biglietto 5 euro intero e 3 euro ridotto, gratis per bimbi fino a 6 anni e per i disabili per i quali la struttura è accessibile. Mondragone (CE) via Caselle di Chianese  (rotonda ss Domiziana 59) tel. 0823 1764025. Aperto Tutti I Giorni (Ore 10 – 13 e 14.30 – 18.30).

MC