Politica

CANCELLO ED ARNONE Illuminazione, questione acqua e spese per le trattazioni con le ditte private: pronta l'istanza dell'opposizione

Clemente Manzo: “Per 6 mila euro sarà un avvocato a stipulare queste trattazioni . In realtà avrebbe potuto svolgerele anche il segretario comunale" CANCELLO ED ARNONE –


Clemente Manzo: “Per 6 mila euro sarà un avvocato a stipulare queste trattazioni . In realtà avrebbe potuto svolgerele anche il segretario comunale" CANCELLO ED ARNONE – Lunedi prossimo la minoranza consiliare, dopo aver preso atto delle segnalazioni dei cittadini, porterà in municipio un’ istanza riguardante la scarsa manutenzione dell’illuminazione in via E.Toti e la questione acqua. “Le famiglie si lamentano della qualità dell’acqua – spiega il consigliere Manzo-  Puliscono con ossessione le cisterne ma il colore non è come dovrebbe essere. Inoltre non sono poche le volte che dai rubinetti il liquido esce in quantità non sufficiente.” Sotto la lente dell’opposizione anche i fondi stanziati con il decreto legge 35 del 2013 dal  Ministero dell’economia e finanza. Questo denaro ha la finalità principale di estinguere, mediante trattazioni, i debiti della pubblica amministrazione con le ditte private che le hanno forniti servizi “Per 6 mila euro sarà un avvocato a stipulare queste trattazioni . Tali procedimenti. – sostiene Clemente Manzo – in realtà. potrebbero essere affidati anche al segretario comunale, senza conferire, dunque,  l’incarico all’avvocato e soprattutto risparmiando i 6 mila euro.” “Quando ho trattato la tematica reddito di cittadinanza- prosegue Manzo -  avevo detto che qualora i soldi stanziati dall’Ambito non fossero bastati,  con il risparmio della spesa pubblica si sarebbero potuti aumentare i  fondi da donari alle famiglie indigenti. Ecco, - conclude il consigliere – quei 6 mila euro potevano essere  usati per sostenere cittadini con difficoltà economiche.”  Giuseppe Tallino