Politica

MARCIANISE - Azzeramento della giunta, il punto di non ritorno di De Angelis... "Ho un patto con gli elettori"

Nella breve intervista concessa a Casertace, il sindaco ha fatto capire che per il momento la squadra di governo è quella con cui sta lavorando. Per lui conta di più il patto co


Nella breve intervista concessa a Casertace, il sindaco ha fatto capire che per il momento la squadra di governo è quella con cui sta lavorando. Per lui conta di più il patto con gli elettori. Dribblata la domanda sui futuri appoggi in consiglio MARCIANISE - Sarà sicuramente un'estate caldissima quella di Marcianise. Le temperature registrate dal termometro della politica continuano ad impennare la colonnina di mercurio oltre i 40 gradi. Al riguardo per comprendere quale sarà l'azione, anzi la strategia che il primo cittadino Antonio De Angelis intende mettere in cantiere per recuperare i rapporti con una parte della maggioranza, dopo il rinvio dell'interpartitico alla prossima settimana, abbiamo posto al diretto interessato questa precisa domanda: Se la sua maggioranza dovesse chiedere l'azzeramento della giunta, lei cosa farebbe? La fascia tricolore che si trova in chiara difficoltà ha tentato di dribblare il quesito continuando a sostenere, anzi a ripetere: "Siamo impegnati nel nostro intenso lavoro. Sto continuando a lavorare con i componenti della mia squadra per la città, in quanto ho un patto preso con gli elettori che va rispettato". In effetti nel fraseggio di De Angelis se da un lato traspare qualche difficoltà a rispondere, in quanto in queste ore le parole possono essere più pericolose di un documento politico ufficiale, dall'altro il sindaco sembra essere giunto come un boeing 747 in fase di decollo al cosiddetto punto del non ritorno... In poche non può tornare indietro e azzerare subito la sua giunta. "Quello che conta - ha precisato De Angelis - non sono i partiti, gli assessori, la giunta, i consiglieri, ma gli impegni presi con gli elettori. Qualcuno presto lo capirà". La fascia tricolore quindi ha preferito mantenersi sul vago... Per il momento, forse, non azzererà la sua giunta, ma nel contempo non vuole rompere definitivamente con i suoi consiglieri. E quando gli abbiamo chiesto se erano in atto trattative in atto per recuperare i rapporti col Pdl, sempre il capo dell'esecutivo ha incardinato il discorso degli impegni lavorativi che non gli consentono di interessarsi di altre cose. Poi per concludere l'intervista abbiamo posto un'ultima domanda al primo cittadino. Nel prossimo consiglio comunale, se dovessero venire meno i voti della sua maggioranza, sarebbe pronto ad incassare il supporto di quelli dell'opposizione? "Massimiliano, non posso rispondere a queste domande ora... Personalmente sono concentrato nel lavoro che devo svolgere". Massimiliano Ive