Cronaca Nera

Orribile!!! Giostraio pedofilo adesca ragazzini con la scusa del gettone: arrestato

Il fatto si sarebbe verificato lo scorso 29 giugno a nei pressi del cimitero di Sant'Andrea dl Pizzone S.ANDRE DEL PIZZONE - I carabinieri del Comando Stazione di Sant’Andrea


Il fatto si sarebbe verificato lo scorso 29 giugno a nei pressi del cimitero di Sant'Andrea dl Pizzone S.ANDRE DEL PIZZONE - I carabinieri del Comando Stazione di Sant’Andrea del Pizzone hanno tratto in arresto  D.D'A., 47enne di Cervaro per tentati atti sessuali continuati con minorenne. L’uomo, è stato colpito da un provvedimento di custodia cautelare, agli arresti domiciliari, emesso dall’ufficio G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Secondo l’accusa il presunto pedofilo, in data 29.06.2013, avrebbe tentato di compiere atti sessuali con due ragazzini, rispettivamente di undici e dodici anni, non riuscendovi per il determinato rifiuto delle vittime. Il tutto sarebbe accaduto in un’area posta a ridosso del cimitero di Sant’Andrea del Pizzone, frazione del comune di Francolise in provincia di Caserta. L’uomo, che di lavoro fa il giostraio, era appena giunto in quella località e stava montando l’attrazione “autoscontro”. Come spesso accade,  al montaggio assistono, incuriositi, i bambini ed è proprio in questa circostanza che il 51enne ha provato ad adescare i minori proponendogli prestazioni amorose in cambio di numerosi gettoni per poter fare dei giri. Tale atteggiamento non è passato inosservato ad alcuni genitori che hanno presentato denuncia presso il locale Comando Stazione. I militari dell’Arma hanno  immediatamente avviato un’attività info-investigativa che ha consentito loro di raccogliere inconfutabili elementi di reità e colpevolezza a carico dell’ arrestato. Il tutto è stato poi comunicato,  con una dettagliata informativa, all’Autorità Giudiziaria che ha emesso il provvedimento in parola. L’arrestato è stato rintracciato e prelevato in Caivano, località Pascarola, dove si è trasferito con l’attrazione ed è stato condotto, previa notifica del provvedimento, agli arresti domiciliari presso la propria abitazione nel Frosinate.