Politica

Il Parlamento vara una commissione parlamentare di inchiesta sulle mafie. Ma tra i firmatari manca il nome di Pina Picierno

Oggi pomeriggio, mercoledì, la legge istitutiva sarà definitivamente approvata al Senato, dopo il via libera della Camera del 12 giugno scorso. Stranamente, non sappiamo se per


Oggi pomeriggio, mercoledì, la legge istitutiva sarà definitivamente approvata al Senato, dopo il via libera della Camera del 12 giugno scorso. Stranamente, non sappiamo se per un errore di trascrizione da parte degli uffici di Montecitorio, è assente il nome della responsabile nazionale del Pd sulla legalità.   CASERTA - Probabilmente si tratta di una dimenticanza, che, però, quando si tratta di cose inerenti alla politica e, soprattutto, alle istituzioni, non è un'azione o un'inazione facilmente perdonabile. Oggi pomeriggio, mercoledì, il Senato dovrebbe approvare senza modifiche e, dunque, senza la necessità di un ulteriore vaglio della Camera, il disegno di legge n. 825, che istituisce una commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni mafiose, anche straniere. In prima lettura il testo è stato approvato a Montecitorio lo scorso 12 giugno. Ma, sorpresa delle sorprese, dall'elenco dei cofirmatari del disegno di legge di iniziativa parlamentare, presentato in prima battuta da Laura Garavini del Pd,  manca il nome di Pina Picierno. Ora, al di là del profluvio di parole, di dichiarazioni, di comunicati stampa sulla mitica legalità, fatta in questi anni, la Picierno è la responsabile nazionale del Pd per le mafie e appunto per la legalità. G.G. L'elenco dal sito ufficiale del Senato