Cronaca Nera

CAMORRA, PROCESSO SANTONASTASO, la Corte di Appello accoglia la ricusazione del giudice

Lo ha deciso oggi, mercoledì. Il procedimento riguarda il procedimento giudiziario a carico del difensore del boss del clan dei Casalesi, Francesco Bidognetti   NAPOLI -


Lo ha deciso oggi, mercoledì. Il procedimento riguarda il procedimento giudiziario a carico del difensore del boss del clan dei Casalesi, Francesco Bidognetti   NAPOLI - La corte d'Appello di Napoli ha accolto la richiesta di ricusazione del giudice Francesca Auriemma, componente del collegio presieduto da Orazio Rossi del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che sta portando avanti il processo a carico di Michele Santonastaso, ex difensore del boss del clan dei Casalesi, Francesco Bidognetti detto Cicciotto 'e mezzanotte. Auriemma era una componente anche del collegio presieduto da Raffaello Magi che condanno' per favoreggiamento l'altro avvocato di Bidognetti, Carmine D'Aniello. Nella motivazione della sentenza emessa nel novembre del 2011 a carico di D'Aniello, estensore Magi, erano state riportate delle considerazioni riferite al ruolo svolto dall'avvocato Santonastato per conto del clan, anche se in quel processo non era imputato. Da cio' deriverebbe incompatibilita' del giudice Ariemma a giudicare Santonastaso, detenuto dal 2010 nel carcere di Secondigliano. Il suo processo e' in corso. I difensori del penalista avevano presentato l'istanza di ricusazione il 15 giugno 2012 alla corte d'appello che, pero', aveva respinto la richiesta. In seguito all'annullamento della decisione con rinvio della Cassazione, nuovo esame e verdetto favorevole alla difesa. Non si esclude che possa cambiare l'intero collegio