Cronaca Bianca

MADDALONI - LA FOTO E I NOMI degli studenti "gioiello" del Villaggio dei Ragazzi

Incrementato leggermente, quest'anno il numero dei "100" nei vari istituti e licei della fondazione   MADDALONI - Nelle 6 Scuole Superiori della Fondazione Villaggio dei Ra


Incrementato leggermente, quest'anno il numero dei "100" nei vari istituti e licei della fondazione   MADDALONI - Nelle 6 Scuole Superiori della Fondazione Villaggio dei Ragazzi (Liceo Scientifico, Liceo Linguistico, Liceo Musicale, Istituto Tecnico Industriale, Istituto Tecnico Aeronautico, Istituto Professionale Alberghiero) il numero degli studenti che ha ottenuto il punteggio massimo all’esame di maturità (100 e 100/lode) è sensibilmente aumentato rispetto agli anni passati. In particolare, negli Istituti/Licei 15 studenti si sono diplomati con 100, con la ciliegina sulla torta del cento con la lode ottenuto da Francesco Caiazzo dell’Istituto Tecnico Industriale. Questi gli studenti che hanno centrato il massimo obiettivo: Gaetano Tedesco, Giovanni Carangelo, Pasquale Carangelo e Daniele Cioffi del Tecnico Industriale, Antonia Di Crescenzo, Emanuela Di Vico, Rocco Anatriello e Nicola La Montagna del Tecnico Aeronautico, Anna Martina Ascione, Ginevra Caterina, Luisa Desiato, Giuseppina Esposito, Alessio Santabarbara, Rosa D’Aiello e Francesco Iazzetta del Liceo Linguistico Europeo. Il percorso scolastico di Francesco Caiazzo è stato premiato con 100 e love. “Con grande gioia voglio esprimere le mie congratulazioni a questi ragazzi che portano in alto la bandiera del Villaggio. E’ solo un punto di partenza, ma si tratta di una base fondamentale – ha affermato padre Miguel Cavallè durante la cerimonia dedicata agli studenti che chiudono il percorso scolastico con il massimo dei voti – sulla quale iniziare a costruire i propri sogni. E’ bello trovarsi dinanzi a ragazzi pieni di talento, che spero possano continuare a sfruttare queste doti che il Signore ha voluto regalare loro. Mi auguro che possa sempre accompagnarli un senso di responsabilità e che non dimentichino mai di dare soddisfazioni alle loro famiglie e che siano sempre altruisti con la società e con chi ne ha bisogno”. Particolare emozione anche per i presidi Nardi (Industriale ed Aeronautico) e D’Onofrio che salutano i propri allievi dopo cinque anni vissuti intensamente. “Personalmente – ha dichiarato l’ing. Giusto Nardi – mi auguro che i neo ‘cento’ possano continuare gli studi, perché oggi è davvero fondamentale. Chi vuole, invece, tentare la strada del lavoro non deve sentirsi scoraggiato. Chi ha talento non parte mai sconfitto. Tutti noi continueremo a ‘vigilare’ su di loro, perché l’opera di assistenza e formazione del Villaggio dei Ragazzi non termina con il ciclo di studi”. Antonietta Sasso