Politica

MARCIANISE - Ci mancava solo Pasquale Giuliano per aumentare il caos nel centro destra. Amoroso: "Il senatore non rappresenta la coalizione e tanto meno me"

Durissima presa di posizione del consigliere comunale ex Grande Sud sull'inserimento nelle trattative tra il sindaco e i partiti del coordina otre provinciale del Pdl. La maggiora


Durissima presa di posizione del consigliere comunale ex Grande Sud sull'inserimento nelle trattative tra il sindaco e i partiti del coordina otre provinciale del Pdl. La maggioranza rischia di spappolarsi ancora di più MARCIANISE - Puntualmente quando arriva il momento del sottogoverno, il senatore Giuliano non manca mai. A quanto ci ha dichiarato, infatti, il consigliere comunale, ex Grande Sud, Paride Amoroso, il coordinatore provinciale del Pdl avrebbe convocato tutti i consiglieri comunali del suo partito per affrontare il nodo della crisi dei rapporti tra il sindaco De Angelis e la maggioranza. Oltre a questi nomi, nelle prossime settimane il sindaco De Angelis si occuperà di nomine di sottogoverno e su queste cose i vertici del Pdl casertano sono sempre stati molto sensibili. "E' veramente incredibile - commenta Paride Amoroso - che il senatore Giuliano torni ad occuparsi di Marcianise dopo tutti i guai che da coordinatore provinciale del Pdl ha combinato negli anni scorsi. Per quanto mi riguarda, non riconosco al senatore Giuliano alcuna legittimità di rappresentare l'intera coalizione. Sicuramente - taglia corto Amoroso - non rappresenta me". Su questa vicenda di Marcianise si ha la sensazione che ancora una volta, nel Pdl campano si stia verificando una sorta di pantomima. NItto Palma dimostra di non tenere in pugno la situazione e ondeggia di qua e di là, come un re travicello, o come un appartenente alla famosa vicenda dei ladri di Pisa, che di giorno litigavano e assumevano certe decisione, di notte, poi, si mettevano d'accordo. G.G.