Cronaca Nera

CAMORRA 7 omicidi: ergastolo per Setola e la sua brigata sanguinaria

La sentenza pronunciata dalla seconda Corte di Assise del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere SANTA MARIA CAPUA VETERE - L'ex boss Giuseppe Setola detto ('o cecato) 'il cieco


La sentenza pronunciata dalla seconda Corte di Assise del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere SANTA MARIA CAPUA VETERE - L'ex boss Giuseppe Setola detto ('o cecato) 'il cieco', e' stato condannato all'ergastolo per 7 omicidi avvenuti nel 2008. Con Setola, capo della cosiddetta 'ala stragista' del clan dei Casalesi-fazione Bidognetti, sono stati condannati alla stessa pena altri tre appartenenti alla cosca di Casal di Principe, Davide Granato, Giovanni Letizia e Alessandro Cirillo. I giudici della seconda Corte di assise del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere hanno accolto le richieste del pm Cesare Sirignano. I quattro presunti camorristi, con l'esclusione di Granato devono anche scontare 3 anni di isolamento diurno. Il gruppo di fuoco dell'area stragista dei casalesi capeggiata da Setola e' stato condannato per l'omicidio di Umberto Bidognetti, rimasto vittima di una vendetta trasversale in quanto il figlio, Domenico, era divenuto collaboratore di giustizia. Gli altri sei uccisi sono Stanislato Cantelli, Antonio Celiento, Ramis Doda, Lorenzo Riccio, Artur Kazani, Ziber Dani. Giuseppe Setola e' accusato di avere commesso almeno 20 omicidi nell'arco di un paio d'anni tra cui la spaventosa strage di Castel Volturno dove, all'esterno e all'interno di una sartoria furono uccisi sei extracomunitari. Un'ora prima il gruppo di fuoco aveva ucciso anche un italiano.Era la sera del 18 settembre del 2008.