Politica

MONDRAGONE - Immigrazione, il vicesindaco del Pd della giunta Pdl-Schiappa accusa Berlusconi e nel centrodestra cala il silenzio

Forse fra poco ci saranno delle reazioni. Qualche consigliere sta elaborando un comunicato. Nel contempo il Pd prima giustifica un'alleanza tutta mondragonese rifacendosi al gover


Forse fra poco ci saranno delle reazioni. Qualche consigliere sta elaborando un comunicato. Nel contempo il Pd prima giustifica un'alleanza tutta mondragonese rifacendosi al governo delle larghe intese sponsorizzato da "Silvio" e poi lo giudica per le scelte politiche sul fronte dell'immigrazione clandestina, mentre a Mondragone sussiste una questione bulgara da risolvere   MONDRAGONE - Alla vigilia del Consiglio comunale di Mondragone, il nuovo vicesindaco della giunta del ribaltone Pdl+Pd, Anna Barbato ha rilanciato su facebook un post nel quale attacca senza mezzi termini sia il leader del Pdl, Berlusconi, che l'ex ministro degli Interni, Maroni rispetto alle politiche sull'immigrazione clandestina. Mentre a Mondragone impazza la questione bulgara, la delegata del Pd, che ha accettato di sedere in giunta al fianco di un sindaco della coalizione di Berlusconi, supportato da consiglieri comunali che alle ultime elezioni politiche hanno votato per il partito di Silvio, ha "sparato" come si suol dire in gergo giornalistico un messaggio chiaro contro i vertici del partito di Schiappa proprio sul delicato argomento della questione immigrati. Direte voi è un post personale sulla pagina facebook, ripetiamo personale di un'attivista del Pd... Ma ciò che stona in tutta questa vicenda è il fatto che quando si dovette giustificare il "ribaltone" politico con la complicità del Pdl, "per il bene della città", i rappresentanti del Pd locale tirarono in ballo il "progetto del governo delle larghe intese" alla stregua di quello messo in cantiere a Roma tra Berlusconi, Alfano e i vertici del Partito Democratico. All'epoca non furono rilanciati messaggi antiberlusconiani dai seguaci di Cennami. Oggi sulla questione immigrazione, guarda caso, mentre a Mondragone si discute sul come affrontare la problematica degli stranieri, è stato lanciato un post dalla seconda carica della giunta comunale della cittadina rivierasca che accusa e giudica il leader carismatico del partito del sindaco Schiappa, per intenderci, con il quale il Pd amministra Mondragone. Anche queste sono conseguenze del ribaltone? E i berlusconiani duri e puri che siedono in giunta e in consiglio comunale come la prenderanno? Per il momento abbiamo constatato solo un conveniente silenzio. Max Ive QUI SOTTO IL COMMENTO DEL VICESINDACO DI MONDRAGONE ANNA BARBATO SU BERLUSCONI