Sport

CASERTANA - Fatto l'accordo. Tutti i dettagli sulle quote sottoscritte da Lombardi, Corvino, Pascarella & C. Stabilite anche le cariche

Quella uscita dalla riunione di ieri sera al Novotel sembra una vera fumata bianca. Ora appuntamento dal notaio. Corvino ha preteso che i soci tirino fuori già da ora tutti i sol


Quella uscita dalla riunione di ieri sera al Novotel sembra una vera fumata bianca. Ora appuntamento dal notaio. Corvino ha preteso che i soci tirino fuori già da ora tutti i soldi che servono per una buona C2, che coprano i costi, almeno, fino a gennaio   CASERTA - Patti chiari e amicizia lunga. E' stato Pasquale Corvino, ieri sera, lunedì, a sbloccare la trattativa per la Casertana. Attorno allo stesso tavolo del Novotel, in viale Carlo III c'erano Lombardi, lo stesso Corvino, il consigliere comunale Tonino Maiello, l'imprenditore e l'ex calciatore Pascarella. Corvino ha parlato chiaro: mettere i soldi sul tavolo e impegnarsi per il budget di un buon campionato di seconda divisione o C2 che dir si voglia, almeno fino a gennaio, per poi pensare al saldo finale. Impegni assunti solennemente da tutti i partecipanti. In queste ore appuntamento dal notaio per costituire la nuova società. Lombardi avrà il 50%, Corvino il 25%, Pascarella, Di Vico & company l'altro 25% di un capitale sociale che è poi obbligatorio per iscriversi alla C2 di 800.000 euro. Ieri sera, sono venute fuori almeno in linea di massima le cariche apicali della società. Lombardi ha resistito. Non avrebbe voluto assumersi la responsabilità di fare il presidente. Ma alla fine si è convinto. Alla vicepresidenza andrà uno del gruppo Pascarella e Di Vico, mentre l'amministratore delegato sarà Tonino Maiello che sta bene anche e soprattutto a Pasquale Corvino. Questo il quadro, poi vi diremo. G.G.