Politica

MONDRAGONE - Emissioni acustiche, congelata la delibera di Petrella e l'ex assessore attacca l'immobilismo "cennemiano" della giunta Schiappa

Il leader di Liberi e Democratici dispiaciuto per quanto accaduto chiede aiuto all'assessore Pacifico e a Michele Conte MONDRAGONE - L'ex assessore Claudio Petrella non sta pi


Il leader di Liberi e Democratici dispiaciuto per quanto accaduto chiede aiuto all'assessore Pacifico e a Michele Conte MONDRAGONE - L'ex assessore Claudio Petrella non sta più nei suoi panni... è furioso. Vi domanderete perchè. Perchè la sua proposta di delibera sulle modifiche da apportate alle limitazioni delle emissioni acustiche per i locali notturni mondragonesi non è stata inserita all'ordine del giorno del Consiglio comunale. "Mi dispiace per gli operatori di intrattenimento e per i giovani che la proposta di delibera fatta predisporre dal sottoscritto e giacente presso l'Ente, in materia di modifica dei limiti orari a tutela degli interessi degli operatori turistici che vogliono garantire l'intrattenimento serale, dotata di tutti i pareri favorevoli, non sia sta posta all'ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale di mercoledì" Poi rivolgendosi al consigliere Michele Conte e all'assessore Pacifico, Petrella sembra quasi invitare gli esponenti del civico consesso e della giunta a rivedere questa proposta formulata dall'ex delegato della giunta Schiappa. "Voglio cogliere l'occasione per ringraziare il consigliere Michele Conte, per averne parlato diffusamente all'ultimo consiglio comunale, l'assessore Salvatore Pacifico che ha cercato di far comprendere ai nuovi componenti dell'amministrazione comunale l'importanza di tale delibera, che poteva anche essere eventualmente migliorata..." Infine, un attacco rivolto alla giunta cennemiana di Schiappa:  "...Gli operatori avevano sollecitato interventi su tale argomento, anche in relazione alle difficoltà del settore. Ma nulla da fare, meglio l'immobilismo "cennemiano" che una delibera buona per la città". Max Ive