Cronaca Bianca

MARCIANISE - Il Tar respinge il ricorso contro Alba Paciello ed Ecocar per il mega appalto dei rifiuti da 26 milioni di euro

Decisione controversa quella dell'organo amministrativo che da un lato riconosce che esistono fior di sentenze che bocciano l'avvalimento in situazioni come queste, dell'altro val


Decisione controversa quella dell'organo amministrativo che da un lato riconosce che esistono fior di sentenze che bocciano l'avvalimento in situazioni come queste, dell'altro valorizza questo istituto giuridico scegliendo di non considerare le sue limitazioni. Marcianise - Si chiude a favore dell'Ati Alba Paciello - Ecocar il round giudiziario sull'appalto da 26 milioni di euro per la raccolta dei rifiuti. IL Tar, infatti, ha respinto il ricorso presentato dalla seconda classificata in quella gara,gestita dai commissari prefettizi, la Geo Ambiente Srl. Il ricorso era fondato sul fatto che Alba Paciello ed Ecocar si erano avvalse di una terza impresa. Insomma la solita questione dell'avvalimento attraverso cui si utilizza in appoggio un'impresa in possesso del titiolo idoneo per l'iscrizione all'Albo dei gestori ambientali. Il Tar si rende conto che esistono sentenze chiare in contrasto con l'uso dell'istituto dell'avvalimento in casi di questo genere, ma allo stresso tempo fa prevalere la considerazione generale sul valore dell'avvalimento, non considerando le sue limitazioni. Materia una sentenza che lascia spazio ad un ricorso al Consiglio di Stato da parte della Geo Ambiente.