Politica

MARCIANISE Voto ad alta tensione per il presidente del Consiglio: se Pasquale Tartaglione non passa a causa dei franchi tiratori De Angeli rischia di andare a casa

Situazione complicata. Lavorano le diplomazie. Salzillo e Topo ci tenevano tanto al punto che quest'ultimo ha chiesto anche l'aiuto di Enzo D'Anna e Teresa Ucciero MARCIANISE -


Situazione complicata. Lavorano le diplomazie. Salzillo e Topo ci tenevano tanto al punto che quest'ultimo ha chiesto anche l'aiuto di Enzo D'Anna e Teresa Ucciero MARCIANISE - Sono ore delicate, queste, per la politica marcianisana. Gli appetiti smodati del gruppo del Pdl e di quello di Marcianise Più che poi, tutto sommato, appartengono allo stesso partito, hanno creato una suspense sul voto per il presidente del Consiglio comunale, prevista per domani lunedì in occasione dell'insediamento a cui non si sa ancora se parteciperà o meno il neo sindaco De Angelis, che sta smaltendo i postumi del malore accusato giovedì sera. Momento delicato perché è chiaro che se nel gruppo del Pdl o in quello di Marcianise Più si dovessero manifestare franchi tiratori in grado di non fare eleggere il presidente designato dalla maggioranza, cioè Pasquale Tartaglione di Fratelli d'Italia, la reazione immediata sarebbe quella di una repentina uscita dalla maggioranza dei tre consiglieri di Fratelli d'Italia e forse anche di Paride Amoroso. Sembra una cosa enorme ma su questo voto per il presidente del Consiglio già si gioca la sopravvivenza di De Angelis e della sua amministrazione. Ovviamente, in queste ore, sono in azione le diplomazie per cercare di compattare tutti sul nome di Tartaglione. Due erano, soprattutto, i pretendenti alla poltrona, ora delusi: Salzillo del Pdl e soprattutto Topo di Marcianise Più, il quale, vista la difficoltà di Polverino a imporre il suo nomee, si è rivolto nelle ultime ore alla coppia Enzo D'Anna-Teresa Ucciero. Domattina, lunedì, avremo un quadro più preciso della situazione. Per quanto riguarda la giunta è probabile che trascorra ancora qualche giorno in attese che il sindaco de Angelis che deve materialmente firme le deleghe si riprenda concretamente. G.G.