Cronaca Nera

LA BOMBA ESCLUSIVA - CAMORRA E POLITICA A S. MARIA C.V. - La Ro.ma. Service, titolare di appalti con il comune, controllata da Alfonso Salzillo e da Perrino, uomo di fiducia di Nicola Schiavone. Le estorsioni a BORROZZINO E VISCARDI MOTORS. Il caso POCO L

Lo accusano oltre ai già noti Pietro Amodio e Barracano, anche Roberto Vargas e Raffaele Piccolo, il quale dice di lui:  "sul consigliere comunale SALZILLO Alfonso, come fianche


Lo accusano oltre ai già noti Pietro Amodio e Barracano, anche Roberto Vargas e Raffaele Piccolo, il quale dice di lui:  "sul consigliere comunale SALZILLO Alfonso, come fiancheggiatore ed infiltrato del clan all’interno dell’amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere". Oggi, non chiediamo più a Salzillo di chiarire, tanto è inutile, ma pubblichiamo il resto della porzione di ordinanza che lo riguarda. Ci sono anche delle intercettazioni, in cui non è un pentito a dire, ma è lui stesso a far capire di poter contattare direttamente, incontrandolo, il boss latitante Nicola Panaro.  SANTA MARIA CAPUA VETERE - Ci siamo stufati di scrivere sempre le stesse cose, tanto è inutile, considerando il senso e il valore della etica pubblica espresso da chi amministra Santa Maria Capua Vetere e di chi fa politica in questa città sia nel centro sinistra, che nel centro destra. Dunque, la questione dell'opportunità che il signor Alfonso Salzillo continui a rappresentare la comunità di Santa Maria Capua Vetere, dopo quello che è emerso dall'ordinanza che ha portato in carcere 57 persone, non la ribadiamo, anche se pesa come un macigno storico sulla credibilità e sulla consistenza etica della classe dirigente della città del Foro. Oggi ci limitiamo a riportare integralmente altri passi dell'ordinanza. A Salzillo non ribadiamo le stesse domande, a cui non risponderà, rimanendo, nel contempo al suo posto di consigliere comunale. Leggete, c'è di tutto. Assegni riconducibili a Nicola Schiavone transitati sui conti dei suoceri di Alfonso Salzillo, attività di mediazione tra il gruppo degli Schiavone e quello emergente di Sebastiano Caterino, che in città comincia a chiedere le estorsioni a pezzi grossi dell'imprenditoria locale, quali Borrozzino e Viscardi Motors, e che anche per questo viene ammazzato dai Casalesi. Fin qui, la materia opinabile, quello che può essere contestato in quanto presunta menzogna espressa da un pentito. Diverso il discorso relativo alle intercettazioni che noi pubblichiamo e dalle quali è Alfonso Salzillo stesso a dire con la sua voce di conoscere il luogo in cui si era rifugiato il boss Nicola Panaro, al tempo, se la mente non ci tradisce, ancora latitante. E poi c'è la vicenda più grave. Raffaele Perrino, uomo saldamente legato al clan dei Casalesi, e che per un certo periodo cade in disgrazia agli occhi di Sebastiano Caterino per la vicenda dell'allontanamento dalla concessionaria che Pietro Amodio gestiva in nome e per conto di Nicola Schiavone, di due giovani vicini all'evraiuolo. Ebbene, Raffaele Perrino secondo quello che scrivono testualmente il Gip, facendo proprio, evidentemente il pensiero dei giudici inquirenti della Dda, è socio di Alfonso Salzillo, nella Ro.ma. Service Srl, che non è un'azienda di promozione turistica della capitale, né un'altra concessionaria d'auto, né un'industria di caramelle, ma è l'azienda che gestisce il servizio dei  Photored, dei dispositivi di verifica e di controllo della velocità dei veicoli a motore, e anche la segnaletica in diversi comuni, tra cui c'è anche quello di Santa Maria Capua Vetere. Se Salzillo resta consigliere comunale, come fa a non arrivare una commissione d'accesso? Sto cercando di spiegarlo da tre giorni al sindaco di Santa Maria Capua Vetere. Ma evidentemente non posseggo le parole giuste per i suoi livelli di comprensione. Gianluigi Guarino   QUI SOTTO L'ESTRATTO DELL'ORDINANZA A CARICO DI ALFONSO SALZILLO Il pentito Piccolo:  “…omissis…indicazione sul consigliere comunale SALZILLO Alfonso, come fiancheggiatore ed infiltrato del clan all’interno dell’amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere…omissis…” ______________________________________________________________________ Ed ora gli ulteriori contributi di Amodio, che si ritiene debbano essere preceduti da brevi note di inquadramento delle figure di Salzillo e Perrino, anche con riguardo all’incrociarsi dei loro interessi commerciali che ne spiegano il concorso in talune vicende delittuose (vedi capo 44): “PERRINO Raffaele, di Giuseppe e di SPARAGO Angelina, nato a Santa Maria C.V. il 12/07/1964, residente in San Prisco alla Via Madonna delle Grazie 28, già Maresciallo dell’A.M. italiana, è comproprietario e gestore di fatto, con SALZILLO Alfonso cui appresso, dell’autorivendita denominata “AUTO NARDO” (dal 10.04.2008, è sottoposta a liquidazione), con sede in Casagiove, via dei Caduti sul Lavoro 1. Sono compropretari di tale azienda: MAIONE Pasquale, nato a Napoli il 24.08.1942; e MAIONE Bruno, figlio del predetto Pasquale, nato a Teano il 04.07.1967; SALZILLO Alfonso, nato a Santa Maria C.V. il 20/01/1967, ivi residente, commerciante,  Assessore presso l’amministrazione del comune di S.Maria Capua Vetere, è presidente del “Gladiator ASD” - squadra di calcio sammaritana – che gestisce, tra glia altri,  unitamente a GAUDIANO Maurizio, nato a S.Maria Capua Vetere , rappresentante legale e PERRINO Raffaele, la s.a.s. “Ro.Ma.Service” (p.i. 02042270617) che ha quale oggetto sociale l’installazione di apparecchiature per il controllo delle infrazioni al C.d.S. e segnaletica stradale in genere per Enti pubblici ed in particolare per i compartimenti provinciali dell’Anas; è inoltre gestore di fatto del ristorante denominato “POCO LOCO S.r.l.” corrente in S.Prisco (CE), viale Europa – Complesso La Meridiana, del quale è comproprietaria di 1/6 la moglie AMBROSINO Michela. Amministratore unico di tale azienda di ristorazione è AMIRANTE Bruno, nato a Napoli il 15.06.1972, residente a S.Maria Capua Vetere via Roma nr. 73. La AMBROSINO ricorre inoltre nella S.r.l. “OCN SERVICE”, con sede in Caserta, via Ferrarecce nr.191, avente da oggetto la progettazione e l’installazione, civile ed industriale di sistemi di automazione. CLICCA QUI PER LEGGERE L'ORDINANZA INTERA CON LE INTERCETTAZIONI