Cronaca Nera

ESCLUSIVA MONDRAGONE- LA VIDEO-INTERVISTA DI CAMPANIA FELIX TV- Rissa tra stranieri sul viale Margherita: le gravi accuse dei centristi Alessandro Pagliaro e Giovanni Zannini contro la gestione Schiappa

Breve estratto dell'intervista, sul problema "IMMIGRAZIONE" a Mondragone, al consigliere Udc Alessandro Pagliaro e all'avvocato Giovanni Zannini. Il servizio completo lo troverete


Breve estratto dell'intervista, sul problema "IMMIGRAZIONE" a Mondragone, al consigliere Udc Alessandro Pagliaro e all'avvocato Giovanni Zannini. Il servizio completo lo troverete su Campania Felix Tv (canale 613 oppure 694 del digitale)  ai seguenti orari: 13:16;  16:20; 20:07 e 23:12 di stasera e domani (dopo la trasmissione in tv, il servizio intero sarà visibile fra qualche giorno sul gruppo facebook Campania Felix al seguente indirizzo https://www.facebook.com/groups/483202731759702/?fref=ts. 
da sinistra, il consigliere Udc Alessandro Pagliaro, l'avvocato Giovanni Zannini, il sindaco Giovanni Schiappa, il prefetto di Caserta Carmela Pagano, il consigliere Udc Luigi Beatrice e immagini dell'intervento dopo la rissa tra stranieri di martedi sul viale Margherita
 

I centristi Alessandro Pagliaro e Giovanni Zannini accusano l'amminstrazione e vanno dal Prefetto di Caserta per notiziarlo della violenta rissa tra stranieri di martedì sul Viale Margherita, in pieno centro, sedata dal corposo intervento dei carabinieri e dei vigili urbani.

  MONDRAGONE-  La violenta rissa, consumatasi nei giorni scorsi tra stranieri nei pressi dei Palazzi Cirio sul Viale Margherita, ha riacceso l'attenzione delle forze politiche e della società civile sul tema della sproporzionata presenza di immigrati non controllati (di cui non si conosce nemmeno la reale provenienza territoriale) sul territorio mondragonese. Circa un mese fa, su questo argomento, gli esponenti della coalizione di centro preannunciarono un esposto al prefetto di Caserta per informarlo (sollecitandone l'intervento) relativamente ad un fenomeno che ormai appare sempre più di ordine pubblico e di crescente allarme sociale. Sul punto, pesantissime le accuse dei centristi Alessandro Pagliaro e Giovanni Zannini i quali, già tempo addietro, avevano rilevato l'inadeguatezza dell'approccio tenuto dalla giunta Schiappa su di un tema delicatissimo. In particolare, il consigliere Udc Pagliaro ha chiesto pubblicamente le scuse degli assessori che, nello scorso consiglio comunale, in modo troppo frettoloso, avevano inteso liquidare le sue denunce sia a mezzo stampa sia nel civico consesso. Quest'ultimo insiste nell'affermare che la politica della maggioranza è del tipo "case e accoglienze agli stranieri, sfratti e sacrifici per i mondragonesi". Ebbene, secondo Pagliaro, questo slogan appare davvero inaccettabile e l'unica via per risolvere il problema è l'intensificazione dei controlli, ritenuti all'oggi insufficienti per affrontare la gravità di un fenomeno che ormai è diventato "delinquenza a cielo aperto". Nel suo attacco, il centrista insiste sulla necessità che si dia priorità al ripristino di condizioni di sicurezza e vivibilità normali per i nostri familiari. A fargli eco, è l' avvocato Giovanni Zannini, amico di scuderia nella coalizione Udc- Fli- Proposta democratica- il quale, ai microfoni di Campania Felix tv, ha esternato tutta la sua delusione per il modo dilettantistico di con cui Schiappa si è confrontato con un tema serio che gli è sfuggito di mano con le conseguenze che tutti stiamo subendo. "Dobbiamo restituire ai mondragonesi il diritto di passeggiare in piena sicurezza sul viale Margherita. Servono interventi urgenti per ripristinare le condizioni minime di legalità nella zona dei Palazzi Cirio che ormai sta diventando un centro di malaffare in cui vengono quotidianamente violate le norme igienico-sanitarie esistenti. L'amministrazione sembra interessarsi dell'argomento soltanto ad intermittenza e questo è un fatto gravissimo. Gli stranieri di qualunque nazionalità essi siano( bulgari, polacchi, rumeni ecc.) sono i benaccetti a condizione che rispettino le normative esistenti e, prima tra tutte, la 30 del 2007 che all'art. 7 prevede che la permanenza dei comunitari in Italia, oltre i 3 mesi (per ragioni di studio o vacanze), sia condizionata alla prova della titolarità di una stabile e lecita attività lavorativa, nonchè alla titolarità di un'assicurazione privata che copra tutti i costi per cure mediche ospedaliere sostenuti dal sistema sanitario nazionale. Ogni altra presenza sul territorio, va considerata illegae come illegali sono quelle realtà che vedono 15-20 persone in immobili di 70-80 metri quadrati. L'unica strada è quella della "tolleranza zero", sicchè solo dopo il ripristino di condizioni di legalità si potrà predisporre un programma di integrazione serio( non a chiacchiere) e condiviso"- conclude lo stesso Zannini. I centristi, in data 3 luglio, hanno depositato un esposto al Prefetto di Caserta, notiziandolo anche della pericolosa rissa verificatasi martedì scorso. Il servizio Campania Felix è stato curato dal cameraman Giuseppe Valente e da me, Walter De Rosa   Walter De Rosa   qui di seguito pubblichiamo la denuncia al Prefetto di Caserta voluta dai centristi Luigi Beatrice, Alessandro Pagliaro, Camillo Federico, Francesco Lavanga, Danilo Napolitano, Michele Zannini, Giovanni Zannini, Giovanni Lavanga, Salvatore Ceraldi, Rino Marotta, Alessandro Rizzieri