Cronaca Nera

AVERSA - Minacciano con una pistola e tentano di rapinare il direttore della Senesi in viale Kennedy, messi in fuga

I malviventi si sono avvicinati alle vittime a bordo di uno scooter nei pressi del Banco di Napoli. Il consigliere d'amministrazione Carano ha reagito con coraggio affrontando i b


I malviventi si sono avvicinati alle vittime a bordo di uno scooter nei pressi del Banco di Napoli. Il consigliere d'amministrazione Carano ha reagito con coraggio affrontando i banditi. Indagano i carabinieri

AVERSA - Una tranquilla mattinata di lavoro si è trasformata in una drammatica odissea per il presidente del CdA della Senesi Spa, Rodolfo Briganti e per il dott. Antonio Carano, Consigliere d’amministrazione dell’azienda che, da più di tre anni, effettua il servizio di igiene urbana e raccolta differenziata nel comune di Aversa.

Intorno alle 9, di stamane, martedì, nel parcheggio antistante la filiale del Banco di Napoli di viale Kennedy, due persone (di giovane età – circa ventenni), a bordo di uno scooter, si sono accostati alla BMW X1 alla guida della quale si trovavano il dottor Carano, mentre Rodolfo Briganti era appena entrato in banca.

Protetti dai caschi e pistola alla mano, i malviventi hanno minacciato l’occupante intimandogli di consegnare quanto in suo possesso, ovvero orologio, denaro e cellulare.

Mentre il rapinatore alla guida dello scooter, con la ruota anteriore ha bloccato la portiera dell’auto, il secondo malvivente, seduto dietro, ha colpito più volte e violentemente il finestrino dell’auto con la pistola e ha “scarrellato” rabbiosamente l’arma per inserire il proiettile in canna.

Nonostante la situazione di estremo pericolo, il dott. Carano, già colonnello della Guardia di Finanza, ha reagito con fermezza e si è  rifiutato di sottostare alle minacce dei due delinquenti.

Si è qualificato come appartenente alle Forze di polizia e, resosi conto che l’arma utilizzata - una beretta semiautomatica mod. 85 di colore argento, senza tappo rosso – poteva essere una “replica”, ha tentato di scendere dalla vettura per bloccare i rapinatori.

Sul posto è accorso anche il Presidente Briganti che, dalle vetrate della banca, si era subito reso conto del tentativo di rapina in atto ed è riuscito  a leggere il numero di targa del motoveicolo.

A questo punto, i malviventi colti di sorpresa dalla reazione, si sono dati alla fuga a bordo del mezzo.

La tentata rapina è stata segnalata immediatamente al locale Comando dei Carabinieri che ha attivato le indagini per la ricerca e l’identificazione  dei responsabili.

All’episodio hanno assistito anche diversi passanti che si sono messi prontamente a disposizione dell’Arma.