Politica

Ambrosca verso Fratelli d'Italia? Intanto a CANCELLO ED ARNONE il Pdl è in mano a Picariello

L'avvocato di Arnone pare sempre più distante dal partito berlusconiano. Non impossibile una sua adesione al gruppo della Meloni. Logicamente il tutto è condizionato dalla vari


L'avvocato di Arnone pare sempre più distante dal partito berlusconiano. Non impossibile una sua adesione al gruppo della Meloni. Logicamente il tutto è condizionato dalla variabile Forza Italia 2.0 CANCELLO ED ARNONE - Nella fase pre-elettorale il Pdl aveva creato, involontariamente,  qualche problema a Cancello ed Arnone, dato che sia Emerito sia Ambrosca, i due concorrenti alla poltrona di primo cittadino, orbitavano, chi in modo più deciso chi con minore convinzione, nel partito di Berlusconi. Basti ricordare la discussa candidatura alla Camera di Pasqualino Emerito. Andiamo avanti. Abbiamo detto "orbitavano". Abbiamo usato l'imperfetto e non l'indicativo perché, a quanto pare, uno dei due, e vi diciamo anche chi, Raffaele Ambrosca, sembra che si stia lentamente sfilando dal Popolo della Libertà. Per andare dove? Si parla di  Fratelli d'Italia. Del resto Ambrosca, da consulente di Paolo Romano, presidente del Consiglio in buoni rapporti con Caldoro, ha frequentato con capacità e costanza gli ambienti regionali e, inevitabilmente, in funzione del suo ruolo si è trovato ad intrecciare rapporti i anche con l'ex assessore all'urbanistica  Taglialatela, dimessosi qualche mese fa dalla giunta regionale perché eletto in Parlamento. Precisiamo: in realtà i rapporti di Ambrosca con Taglialatela erano pregressi, infatti entrambi hanno una forte matrice alleanzina che ha permesso loro, in passato, di frequentarsi e collaborare. Taglialatela e Cirielli, vertici campani di Fratelli d'Italia, probabilmente gradirebbero un'adesione così prestigiosa e non è escluso che stiano già lavorando con intensità affinché questa operazione si concretizzi. La manovra potrebbe essere finalizzata alla candidatura dell'avvocato di Arnone alla Regione, dove per pochi voti, nel 2005, sfiorò l’elezione agguantata invece da Polverino In realtà sono discorsi in divenire. All'orizzonte c'è pure Forza Itala 2.0, nascita che potrebbe sconquassare ogni schema, ogni progetto. Indipendentemente da questo però che l'avvocato di Arnone sia ormai distante dal suo storico gruppo e dai suoi storici riferimenti (anche se parliamo di storia recente) dovrebbe essere un dato di fatto. Ritorniamo al partito di Berlusconi. Per il momento a Cancello ed Arnone, nel Pdl, finché durerà, finché avrà questa dicitura, il punto di riferimento per i vertici provinciali resta Massimo Picariello, uomo capace di unire e rafforzare il gruppo visti anche i suoi buoni rapporti con l'amministrazione in carica, con il sindaco Emerito e con il consigliere comunale Bovenzi. Queste le dinamiche in corso. Per avere dati certi, bisognerà aspettare. Staremo a vedere. Giuseppe Tallino